Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


29
Ristrutturazioni e detrazione fiscali: occorre trasferire la residenza? La detrazione spetta solo per l’abitazione principale?

Ristrutturazione edilizia e detrazione fiscali: quando trasferire la residenza  nell’immobile? Il beneficio fiscale spetta solo per l’abitazione principale? Gli esperti fiscali di 50&PiùCaaf rispondono a due quesiti.

Risposta a cura di 50&PiùCaaf


DOMANDA

Vorrei sapere se, per poter usufruire delle detrazioni per ristrutturazione edilizia e risparmio energetico come prima casa, sia necessario avere già la residenza nell'immobile oggetto di ristrutturazione, oppure possa esservi trasferita in un secondo momento, ed entro quanto tempo.
Grazie


       
       
   
 
Scrivi ai nostri esperti
di 50&Più Caaf, invia una mail a:
comunicazione.esterna@50epiu.it

Leggi qui gli altri quesiti fiscali
 
Nota trattamento dati personali
 



RISPOSTA

Fermo restando gli altri requisiti previsti dalla norma possono usufruire della detrazione sulle spese di ristrutturazione tutti i contribuenti assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef), residenti o meno nel territorio dello Stato.
L’agevolazione spetta non solo ai proprietari degli immobili ma anche ai titolari di diritti reali/personali di godimento sugli immobili oggetto degli interventi e che ne sostengono le relative spese:

  • proprietari o nudi proprietari;
  • titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie);
  • locatari o comodatari.

La detrazione compete anche ai familiari conviventi del possessore o detentore dell’immobile sul quale vengono effettuati i lavori purché ne sostengano le spese e quindi risultino destinatari delle relative fatture ed abbiano provveduto al pagamento con bonifico bancario.

Nel suo caso, pertanto se lei rientra in una delle suddette categorie (proprietario, nudo proprietario, titolare di altro diritto reale, detentore o familiare convivente) avrà il diritto ad usufruire del beneficio fiscale per le spese sostenute per i lavori di ristrutturazione/risparmio energetico, fermo restando la presenza degli altri requisiti, a prescindere dal requisito della “residenza” che non è espressamente richiesto dalla norma.



DOMANDA

Ho letto nel vostro sito un quesito sul tema detrazioni per spese di ristrutturazione spettanti ai familiari conviventi. Ancora una volta non è esplicitamente chiaro cosa si deve intendere quando si dice "a condizione che si tratti di una delle abitazioni su cui si esplica il rapporto di convivenza" (v.Ris.184 del 2002 dell'Agentrate). Deve intendersi forse come quelle tenute a disposizione di entrambi?
Grazie



RISPOSTA

Le detrazioni spettano anche al familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile per i costi sostenuti da questi per la ristrutturazione di qualsiasi abitazione in cui venga “esercitata” in linea generale la convivenza. In riferimento al convivente, con la Circolare 12.06.2002 n. 50, risposta 5.1 l’Agenzia delle entrate ha precisato che: “… non è invece richiesto che l’immobile sia considerato abitazione principale per il proprietario o per il familiare convivente, essendo sufficiente che si tratti di una delle abitazioni su cui si esplica il rapporto di convivenza” (si vedano anche Risoluzione 12.06.2002 n. 184 e Circolare 10.06.2004 n. 24). Pertanto tutte le abitazioni a disposizione del nucleo familiare, ad esempio anche una seconda o una terza casa, si ritiene che possano essere ristrutturate dal familiare convivente, con relativo riconoscimento del beneficio fiscale. In pratica quello che conta è lo status di convivenza che deve sussistere già dal momento in cui iniziano i lavori. Inoltre è necessario che i lavori stessi siano effettuati su una delle abitazioni nelle quali si esplica il rapporto di convivenza. In caso di richiesta da parte dell’Amministrazione finanziaria, lo stato di convivenza può essere attestato anche attraverso una dichiarazione sostitutiva di atto notorio.

COSA C'E' DA SAPERE…

Hanno diritto alla detrazione, se hanno sostenuto le spese e queste sono rimaste a loro carico, il proprietario o il nudo proprietario, il titolare di un diritto reale (uso, usufrutto, abitazione), e i detentori dello stesso quali l’inquilino e il comodatario.
Qualora le spese per i lavori siano sostenute dal detentore (locatario, comodatario) al fine di fruire della detrazione è necessario che:
- l’atto che attribuisce loro il titolo (contratto di locazione e di comodato) sia regolarmente registrato;
- siano in possesso del consenso all’esecuzione dei lavori da parte del proprietario.
La detrazione compete anche ai familiari conviventi del possessore o detentore dell’immobile sul quale vengono effettuati i lavori purché ne sostengano le spese e quindi risultino destinatari delle relative fatture ed abbiano provveduto al pagamento con bonifico. In merito al bonifico bancario si ricorda che nello stesso andranno sempre indicati la causale del versamento con il riferimento della norma agevolativa (ad esempio per le spese di ristrutturazione art. 16 bis del Tuir DPR 917/1986) il codice fiscale del beneficiario della detrazione ed il codice fiscale/Partita Iva del beneficiario del pagamento.
Per familiari, ai fini delle imposte sui redditi, si intendono il coniuge, i parenti entro il terzo grado e gli affini entro il secondo grado.

Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono:

Cinzia Calabrese, Marco Chiudioni, Ada Martino, Romeo MelucciQuesta rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 750.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede a te più vicina.

Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Il nuovo portale dell'associazione 50&Più

Un sito moderno, dinamico, ricco di informazioni. Si chiama Spazio50 ed è aperto a tutti gli over 50


Natale e Capodanno Insieme

Con 50&Più per trascorrere in compagnia il periodo più festoso dell’anno. Ecco le mete proposte


Pensionati, l’Inps ha avviato la verifica dei redditi 2018-2017

Sono coinvolti oltre 7 milioni di pensionati destinatari delle prestazioni legate al reddito


Italia in... Canto, a Roma le semifinali aspettando Sanremo

Saranno in 50 a contendersi la partecipazione alla finale che si terrà il 16 maggio 2020 al Teatro Ariston di Sanremo


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.