Cerca
Registrazione   |  Login
Pause
Percorso di navigazione > Home > Notizie


31
 La disoccupazione torna a SALIRE

A febbraio raggiunge il 12,7%. I giovani senza lavoro sono il 42,6%, più 1,3% su gennaio. Il calo degli occupati è dovuto alla diminuzione delle lavoratrici. I dati provvisori dell’Istat.


Doccia fredda dall’Istat sulla situazione del mercato del lavoro, nonostante l'annuncio, nei giorni scorsi, del Ministero del lavoro e delle politiche sociali di una aumento a doppia cifra dei contratti a tempo indeterminato nei primi due mesi dell'anno. Secondo i dati, provvisori, forniti dall'Istituto di statistica, dopo la crescita del mese di dicembre e la sostanziale stabilità di gennaio, a febbraio 2015 gli occupati sono diminuiti dello 0,2% (-44 mila). Il tasso di occupazione, pari al 55,7%, è calato nell’ultimo mese di 0,1 punti percentuali. Su base mensile i disoccupati sono aumentati dello 0,7% (+23 mila). Nei dodici mesi, invece, il numero di disoccupati è cresciuto del 2,1% (+67 mila).

Sale anche il tasso di disoccupazione giovanile (tra i 15 e i 24 anni) al 42,6% a febbraio co un aumento di 1,3 punti rispetto al mese precedente e di 0,1 punti rispetto all'anno precedente.

Il calo dell'occupazione a febbraio è dovuto esclusivamente alla diminuzione delle lavoratrici. L'Istat sottolinea che gli uomini occupati sono ''sostanzialmente stabili'' mentre l’occupazione femminile è diminuita in un mese di 42 mila unità. Il tasso di disoccupazione cresce al 14,1% per le donne (+0,3 punti su mese e +0,9 punti su anno) mentre per gli uomini è all'11,7% (invariato sul mese e in calo di 0,3 punti nell'anno).

Come si spiega la diminuzione dell’occupazione riferita dall’Istat con i dati diffusi dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali? Con una nota del 27 marzo il Ministero annunciava: “Nei primi due mesi dell'anno i contratti a tempo indeterminato attivati nel complesso sono stati oltre 303.000 con un aumento di 79.000 unità (+35%), sullo stesso periodo del 2014”.  All'Istat  - riferisce il Sole 24 Ore -, hanno spiegato che i dati governativi differiscono da quelli diffusi dall'Istituto statistico, in particolare quelli sull'aumento dei contratti a tempo indeterminato, in quanto si riferiscono ad attivazioni di contratti che non necessariamente equivalgono a nuovi occupati, ma possono essere transizioni da tempo determinato a tempo indeterminato.

L.B.

Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Quota 100: vecchie e nuove regole?

Al momento non ci sono precise indicazioni sul destino di Quota 100. E il cantiere pensioni resta aperto con la scritta “lavori in corso”


Olimpiadi 50&Più: tutte le classifiche

Le discipline, le coppe e le medaglie dell'unico evento sportivo dedicato agli over 50. Video


Lecce vince il Trofeo delle Olimpiadi di 50&Più

Al 2° posto Lodi e al 3° Venezia. A Lecce anche l'assoluto maschile. Belluno primeggia nella classifica femminile


Il Patronato 50&PiùEnasco è operativo anche in Spagna

Aperta la sede a Valencia per assistere gli italiani che vivono nella Comunidad Valenciana


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.