Cerca
Register   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie > CAF > Quesito Fiscale


03
Ci sono agevolazioni fiscali per la ristrutturazione di una abitazione concessa in comodato d’uso?

Ci sono agevolazioni fiscali per la ristrutturazione di una abitazione concessa in comodato d’uso?

Risposta a cura di 50&PiùCaaf


DOMANDA

Mia suocera e' invalida civile e quindi ora vive con noi; ha dato il suo appartamento in comodato d'uso a mio figlio che lo usa come sede della Cooperativa Sociale di cui è presidente.

L'appartamento è stato costruito nel 1965 e ora mio figlio vorrebbe fare delle ristrutturazioni.

Ci sono delle agevolazioni fiscali di cui potrebbe usufruire?

Grazie


       
       
   
 
Scrivi ai nostri esperti
di 50&Più Caaf, invia una mail a:
comunicazione.esterna@50epiu.it

Leggi qui gli altri quesiti fiscali
 
Nota trattamento dati personali
 



RISPOSTA

In via generale, per le  spese sostenute  per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, di cui dell’art. 16 bis del Tuir,  spetta la seguente detrazione:

 

  • 50% delle spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2015, con un limite massimo di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare
  • 36%, con il limite massimo di 48.000 euro per unità immobiliare, delle somme che saranno spese dal 1° gennaio 2016. 

La detrazione può essere recuperata, nella propria dichiarazione dei redditi, in dieci rate annuali di pari importo a partire dall’anno in cui è stata sostenuta la spesa. 

Hanno diritto alla detrazione fiscale, se hanno sostenuto le spese e queste sono rimaste a loro carico, il proprietario o il nudo proprietario, il titolare di un diritto reale (uso, usufrutto, abitazione), e i detentori dello stesso quali l’inquilino e il comodatario (previo consenso del legittimo possessore).

 

Ha diritto alla detrazione anche il familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile oggetto dell’intervento, purché sostenga le spese e siano a lui intestati bonifici e fatture.

In riferimento agli interventi effettuati sulle singole unità immobiliari residenziali la detrazione riguarda, tra gli altri, anche le spese sostenute per interventi di manutenzione straordinaria, per le opere di restauro e risanamento conservativo e per i lavori di ristrutturazione edilizia. 

 

Nel caso specifico se suo figlio è titolare di un contratto di comodato rientra tra i soggetti che possono usufruire della detrazione. Si ritiene necessario, però, che il contratto sia registrato all’Agenzia delle entrate prima dell’inizio dell’intervento in modo da poter “comprovare” l’effettiva sussistenza del diritto ad usufruire del beneficio fiscale ed evitare eventuali contestazioni in sede di verifica e/o accertamento.

COSA C'E' DA SAPERE…

Gli adempimenti previsti per richiedere la detrazione sulle spese di ristrutturazione sono stati, negli ultimi anni, semplificati e ridotti. In particolare, il contribuente deve essere in possesso di: 

  • ricevute di pagamento dell’imposta comunale (Ici-Imu), se dovuta 
  • dichiarazione di consenso del possessore dell’immobile all’esecuzione dei lavori, per gli interventi effettuati dal detentore dell’immobile;
  • abilitazioni amministrative richieste dalla vigente legislazione edilizia in relazione alla tipologia di lavori da realizzare (concessioni, autorizzazioni, eccetera) ivi inclusa la Comunicazione alla ASL competente se prevista in riferimento ai lavori eseguiti o, se la normativa non prevede alcun titolo abilitativo, dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà in cui indicare la data di inizio dei lavori e attestare che gli interventi realizzati rientrano tra quelli agevolabili; 

- fatture relative agli interventi eseguiti.

 

Per fruire della detrazione è necessario che i pagamenti siano effettuati con bonifico bancario o postale, da cui risultino: 

  • causale del versamento, con riferimento alla norma (articolo 16-bis del DPR 917/1986) 
  • codice fiscale del soggetto che paga 
  • codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento 

Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono:

Cinzia Calabrese, Marco Chiudioni, Ada Martino, Romeo MelucciQuesta rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 750.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede a te più vicina.

Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Il nuovo portale dell'associazione 50&Più

Un sito moderno, dinamico, ricco di informazioni. Si chiama Spazio50 ed è aperto a tutti gli over 50


Natale e Capodanno Insieme

Con 50&Più per trascorrere in compagnia il periodo più festoso dell’anno. Ecco le mete proposte


Pensionati, l’Inps ha avviato la verifica dei redditi 2018-2017

Sono coinvolti oltre 7 milioni di pensionati destinatari delle prestazioni legate al reddito


Italia in... Canto, a Roma le semifinali aspettando Sanremo

Saranno in 50 a contendersi la partecipazione alla finale che si terrà il 16 maggio 2020 al Teatro Ariston di Sanremo


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.