Cerca
Registrazione   |  Login
Pause
Percorso di navigazione > Home > Notizie


13
Se la proprietà di un immobile è suddivisa tra più soggetti, come è possibile usufruire della detrazione del 65% per il risparmio energetico?

Se la proprietà di un immobile è suddivisa tra più soggetti, come è possibile usufruire della detrazione del 65% per il risparmio energetico?

Risposta a cura di 50&PiùCaaf


DOMANDA

Posseggo una proprietà suddivisa con altre 2 persone in percentuali diverse (50%, 30%  e 20%). Come possiamo fare per la fattura e quindi per la detrazione del 65% per  il risparmio energetico? Fattura cointestata e pagamento diviso secondo le proprietà (3 bonifici di diversi importi?). E questa tipologia è accettata dall'Agenzia delle Entrate?


       
       
   
 
Scrivi ai nostri esperti
di 50&Più Caaf, invia una mail a:
comunicazione.esterna@50epiu.it

Leggi qui gli altri quesiti fiscali
 
Nota trattamento dati personali
 



RISPOSTA

La spesa sostenuta può essere ripartita tra più soggetti aventi diritto, cioè:
-    titolari della proprietà o della nuda proprietà;
-    titolari di diritto reale (ad esempio usufrutto);
-    locatari e comodatari (atti registrati);
-    familiari conviventi con il possessore o il detentore dell’immobile.
Dal momento che il soggetto, o i soggetti che possono fruire della detrazione vengono indicati nella scheda informativa da trasmettere all’ENEA, si ritiene che la ripartizione della spesa in dichiarazione dei redditi debba essere conseguente a quanto indicato nella predetta scheda informativa e, naturalmente, alla documentazione che attesta il sostenimento della spesa, cioè la fattura e il bonifico.

Al riguardo, si ritiene che sia possibile fruire della detrazione sia in caso di emissione della fattura per ciascun singolo proprietario in relazione alla spesa da lui pagata, che in caso di emissione di un’unica fattura conitestata. Ciascuno dei comproprietari procederà al pagamento della sua quota parte mediante bonifico bancario.

Nel modello di versamento con bonifico bancario o postale vanno indicati:
-  la causale del versamento  (art. 16  bis del TUIR);
-  il codice fiscale del beneficiario della detrazione;
- il numero di partita Iva o il codice fiscale del soggetto a favore del quale è effettuato il bonifico (ditta o professionista che ha effettuato i lavori).

COSA C'E' DA SAPERE…
La Legge di stabilità 2015 (legge 23 dicembre 2014, n. 190) ha prorogato al 31 dicembre 2015, nella misura del 65%, la detrazione fiscale per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici.
Nella stessa misura è prevista anche la detrazione per gli interventi sulle parti comuni degli edifici condominiali e per quelli che riguardano tutte le unità immobiliari di cui si compone il singolo condominio.  Dal 1° gennaio 2016 l’agevolazione sarà invece sostituita con la detrazione fiscale (del 36%) prevista per le spese relative alle ristrutturazioni edilizie.

La legge di stabilità 2015 ha inoltre:
-    aumentato dal 4 all’8% la percentuale della ritenuta d’acconto sui bonifici che banche e Poste hanno l’obbligo di operare all’impresa che effettua i lavori;
-    esteso l’agevolazione ad altre tipologie di interventi. In particolare, dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2015 si può usufruire della detrazione anche per l’acquisto e la posa in opera di:
  • schermature solari, nel limite di 60.000 euro;
  • impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, nel limite di 30.000 euro.
Un’altra novità è stata introdotta dall’art. 12 del decreto sulle semplificazioni fiscali (decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175), che ha eliminato l’obbligo di inviare la comunicazione all’Agenzia delle Entrate per i lavori che proseguono per più periodi d’imposta.


Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono:

Cinzia Calabrese, Marco Chiudioni, Ada Martino, Romeo MelucciQuesta rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 750.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede a te più vicina.

Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Quota 100: vecchie e nuove regole?

Al momento non ci sono precise indicazioni sul destino di Quota 100. E il cantiere pensioni resta aperto con la scritta “lavori in corso”


Olimpiadi 50&Più: tutte le classifiche

Le discipline, le coppe e le medaglie dell'unico evento sportivo dedicato agli over 50. Video


Lecce vince il Trofeo delle Olimpiadi di 50&Più

Al 2° posto Lodi e al 3° Venezia. A Lecce anche l'assoluto maschile. Belluno primeggia nella classifica femminile


Il Patronato 50&PiùEnasco è operativo anche in Spagna

Aperta la sede a Valencia per assistere gli italiani che vivono nella Comunidad Valenciana


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.