Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie > CAF > Economia e Finanza


22
CANONE speciale: la Rai chiarisce
“Non è richiesto il pagamento del canone per il mero possesso del personal computer”. Dalle associazioni dei consumatori la richiesta di rimborso per chi ha già pagato.

Nessun obbligo per le aziende di pagare il canone Rai per il semplice possesso di computer, tablet e smartphone con collegamento ad Internet. Il pagamento è dovuto solo se questi dispositivi vengono utilizzati per vedere la tv. La nota della Rai è battuta dall’Ansa, che sottolinea come l’azienda abbia precisato, dopo un confronto con il Ministero dello Sviluppo economico, che “la Rai non ha mai richiesto il pagamento del canone per il mero possesso di un personal computer”.

La Rai precisa
“La lettera inviata dalla Direzione Abbonamenti Rai , si riferisce al canone speciale dovuto nel caso in cui i computer siano utilizzati come televisori, fermo restando che il canone speciale non va corrisposto nel caso in cui tali imprese, società ed enti” abbiano già pagato per il possesso di uno o più tv, riferisce la nota rilanciata dall’agenzia di stampa. Tutto questo “limita il campo di applicazione del tributo ad una utilizzazione molto specifica del computer rispetto a quanto previsto in altri Paesi europei per i loro broadcaster (Bbc) che nella richiesta del canone hanno inserito tra gli apparecchi atti o adattabili alla ricezione radiotelevisiva, oltre alla televisione, il possesso dei computer collegati alla Rete, i tablet e gli smartphone”. La Rai ribadisce quindi che il canone ordinario va pagato solo per il possesso del televisore.

Ogni dubbio va chiarito

Rete Imprese Italia esprime soddisfazione, ma precisa che la nota di viale Mazzini, però, non chiarisce completamente la questione. Secondo quanto specificato dalla Rai, infatti, il pagamento del canone speciale è dovuto dalle imprese solo in caso di possesso di "computer utilizzati come televisori (digital signage)". "Rete Imprese Italia chiede quindi l'intervento del Governo e del Parlamento per chiarire al di là di ogni dubbio, e una volta per tutte, la normativa sul canone".

Una stravagante ipotesi
Secondo Federconsumatori e Adusbef ha finalmente vinto il buonsenso, facendo decadere la stravagante ipotesi per cui qualsiasi ufficio disponesse di un computer, tablet o smartphone, avrebbe dovuto pagare il canone speciale, pur non utilizzando tali strumenti per la ricezione televisiva. “Già avevamo messo in dubbio l’interpretazione data dall’azienda alla norma che regola il pagamento del canone – scrivono in una nota le Associazioni - Apprezziamo questo sussulto di ragionevolezza, ma chiediamo che si faccia al più presto chiarezza su tali dispositivi, al fine di evitare in futuro episodi ed errori simili”.

Rimborsi a chi ha già pagato
L’Adoc chiede all’azienda pubblica di provvedere al rimborso del canone per chi ha già versato quanto inizialmente richiesto. “La Rai rimborsi quanti hanno già pagato il canone sui computer – dichiara Carlo Pileri, Presidente dell’Adoc – e invii una lettera a tutti coloro che hanno già ricevuto la richiesta di pagamento. L’Adoc metterà tra breve a disposizione sul proprio sito (www.adoc.org) un modello di richiesta di rimborso da inviare alla Rai. Siamo peraltro disponibili ad un confronto con l’azienda pubblica al fine di trovare soluzioni di rimborso per tutti coloro che hanno già versato quanto richiesto, e non dovuto, per il pagamento del canone speciale sui computer. Qualora non si provvedesse al rimborso – conclude Pileri – si configurerebbe l’ipotesi di appropriazione indebita da parte dell’azienda”.
Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Pensione 2020: vecchie e nuove regole

Cercando di fornire risposte semplici, vediamo di chiarire cosa cambierà in tema di pensioni nel corso dell'anno entrante


Pensioni: sempre più magre dal 2020

Il nuovo anno non prevede alcuna grande novità per gli importi in pagamento, se non rivalutazioni assai modeste


50&Più: tornano le Olimpiadi invernali

Appuntamento dal 19 al 26 gennaio a San Sicario (TO), nel comprensorio sciistico della Via Lattea


Il nuovo portale dell'associazione 50&Più

Un sito moderno, dinamico, ricco di informazioni. Si chiama Spazio50 ed è aperto a tutti gli over 50


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.