Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


16
A caccia di TELEVISORI

«Il Natale si avvicina. Siate sinceri: quanti di voi stanno pensando ad acquistare un nuovo televisore? Magari con la scusa che, in fondo, si tratta di una scelta per tutta la famiglia, per trascorrere insieme le festività in “altissima risoluzione”. Prima però, qualche consiglio».



L’articolo è tratto dalla Rivista 50&Più numero di dicembre.

di Luisella Berti

Sempre più all’avanguardia, alla moda, dal design raffinato e con nuove funzionalità. I televisori sfoggiano il loro fascino nei negozi di elettronica catalizzando l’attenzione. Nel periodo natalizio, poi, il desiderio di acquistarne uno nuovo è dietro l’angolo. Le novità non mancano, così rimaniamo incantati da schermi che riproducono immagini tridimensionali, avvolgenti, profonde, dai colori nitidi. La tecnologia va veloce al punto che paragonando il televisore che abbiamo in casa, il massimo che all’acquisto ci sembrava potessimo avere, al confronto è già superato. Così la tentazione sale, magari approfittando delle offerte in circolazione. Prima di fare il grande passo, un breve aggiornamento su quello che troviamo in commercio, per valutare meglio.

» Quanto spazio c’è?
I modelli più seducenti, si sa, sono quelli che hanno una diagonale di un certo rilievo. Con 50 o 60 pollici l’effetto potrebbe essere cinematografico, senza contare la riproduzione dell’audio: decisamente migliore, visto che gli altoparlanti possono disporre di una superficie più ampia. Oltre ai pollici, per considerare lo spazio su cui posizionare l’apparecchio, occorre soffermarsi anche sulla distanza di visione. Ad esempio, per un televisore Full-Hd Lcd-Led (i più diffusi) da 32 pollici la distanza va da un minimo di 1,4 a 1,6 metri, per un 40 pollici da 1,7 metri a 2 metri, per un 50 pollici da 2,1 a 2,4 metri, per un 60 pollici da 2,5 metri a 2,9 metri. Più grande è lo schermo, maggiore è la distanza di visione.

» Plasma, Lcd-Led?
I televisori al plasma ormai sono in via di estinzione, soppiantati dai modelli Lcd (televisori con schermo a cristalli liquidi). Questi apparecchi per retroilluminare lo schermo utilizzano o una luce fluorescente o dei Led (Light Emitting Diodes) ovvero diodi ad emissione luminosa. Grazie all’impiego dei Led si guadagna in risparmio energetico. I Led, a loro volta, possono essere utilizzati in due modi: intorno alla cornice dello schermo (Edge Led) oppure dietro la superficie dello schermo (Full Led). Nel primo caso, il vantaggio è di avere schermi più sottili, ma l’area intorno alla cornice risulta più luminosa rispetto al centro. Nel secondo caso, invece, l’illuminazione è più uniforme, i colori sono più brillanti e i neri più profondi. Lo spessore dello schermo, però, è maggiore come pure i consumi e i costi, anche se di poco.

» Quale definizione?
I modelli Hd-ready, generalmente indicati con 720 pixel o anche 1280x720, sono rarissimi. Ormai tutti i televisori hanno una risoluzione Full-Hd, ovvero l’alta definizione con una risoluzione di 1920x1080 pixel o 1080 pixel. I film moderni sono prodotti secondo questa definizione. Ma sul mercato sono già disponibili televisori con una risoluzione quattro volte superiore al Full-Hd. Parliamo delle Tv Ultra Hd 4k, l’altissima risoluzione. Per godere di tutti i benefici è preferibile un televisore di almeno 50 pollici. Il costo? È ancora molto elevato, almeno 2.000 euro. Questo è il massimo che la tecnologia, oggi, è in grado di offrire a livello di definizione, ma la produzione di contenuti è molto indietro. A parte qualche video su YouTube, film o serie televisive girate in 4k non ci sono. L’acquisto sarebbe un investimento per il futuro. Sempre che non arrivi il televisore 8k a cui, in Giappone, già stanno lavorando.

» Desideri il 3D?
La tridimensionalità ha ancora un certo appeal, specie sui giovani. Ma anche in questo caso c’è carenza di contenuti. In Italia al momento un solo canale satellitare trasmette in 3D e sul digitale terrestre non c’è alcuna offerta. Inoltre, rimane la necessità di indossare gli occhialini. Nel caso del 3D attivo gli occhialini sono dotati di piccoli schermi a cristalli liquidi alimentati a batteria. Se si tratta del 3D passivo, invece, le lenti da indossare sono le stesse utilizzate nel cinema. Sono più leggere ed economiche rispetto alle prime, ma la risoluzione dell’immagine ne risente un po’.

» Perché non una Smart TV?
È la Tv intelligente, quella che ti permette di collegarti a Internet e poter accedere a una miriade di contenuti, dai video YouTube ai film on demand, dai social network alle applicazioni preferite. Il tutto comodamente seduti in poltrona. Non tutte le Smart Tv o Internet Tv hanno le stesse funzioni. Molto dipende dal software utilizzato dalla casa produttrice. Ad ogni modo è necessaria una buona connessione alla rete. Se il cavo di connessione non è facilmente raggiungibile, allora assicurarsi che sia disponibile una connessione Wireless e che la funzione Wi-Fi sia integrata all’apparecchio.

» Con un occhio ai consumi
L’etichetta energetica introdotta anche per i televisori ha spinto la quota di apparecchi in classe A o migliore venduti in Europa al 70%. I modelli di classe A+ e A++ consumano in media almeno il 20% di energia elettrica in meno, me è bene tenere presente che se non sempre uno schermo grande assicura un’immagine migliore, a uno schermo grande corrispondono sempre prezzo e consumo maggiori. Può quindi capitare che un televisore da 32 pollici in classe A+ consumi comunque meno di un 42 pollici in classe superiore A++. La Tv può pesare in bolletta dai 30 euro l’anno, se piccola, ai 200 euro per i maxi schermi. Pertanto, oltre alla classe energetica, è importante soffermarsi sul consumo espresso in kWh all’anno indicato nell’etichetta energetica, oltre che al consumo in modalità acceso espresso in watt. Per un confronto sull’efficienza energetica dei vari modelli, molto utile il sito www.eurotopten.it.

» È arrivata la Tv Oled
Schermo ancora più sottile rispetto a un apparecchio Lcd/Led, ottima la qualità delle immagini. Oled sta per Organic light emitting diode, ovvero “diodo organico a emissione di luce”, si tratta di una tecnologia dotata di luce propria. Non ha bisogno di fonti luminose esterne come lampade fluorescenti o Led. Da questa tecnologia nascono gli schermi concavi in vendita da un anno a questa parte. Tutto molto bello, ma il prezzo è per poche tasche.

COME SMALTIRE  IL VECCHIO APPARECCHIO
Secondo la direttiva europea Raee per la gestione dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, i consumatori hanno il diritto di consegnare il vecchio elettrodomestico al rivenditore che gli vende quello nuovo. Il rivenditore, dal canto suo, è obbligato a riceverlo e ad avviare la corretta procedura di smaltimento.
Per saperne di più: www.cdcraee.it.

Quando LA TV è DISTURBATA
l segnale del digitale terrestre non è ottimale? La visione di alcuni canali è parziale? Con “squadrettamento”, sonoro che va e che viene o segnale assente? Il problema potrebbero essere le interferenze del segnale Lte (Long Term Evolution), il nuovo sistema di telefonia mobile che permette l’utilizzo di internet in mobilità in banda ultra larga (4G). Per verificare se il problema è causato dal segnale Lte, in aiuto arriva il servizio gratuito Help Interferenze (www.helpinterferenze.it). Basta collegarsi al sito e inserire il proprio Cap di zona per fare una prima verifica. Se la risposta è positiva, si può fare una segnalazione on line e richiedere l’intervento di un antennista specializzato oppure chiamare il numero verde 800126126 o recarsi presso una delle sedi dell’associazione Adiconsum, che collabora alla buona funzionalità del servizio. La realizzazione di Help Interferenze è stata affidata alla Fondazione Ugo Bordoni, ente terzo e indipendente, che opera sotto la supervisione del Ministero dello Sviluppo Economico.



Stampa


 


AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Creatività, arte e bellezza, con 50&Più

Dall'8 al 13 luglio, Salsomaggiore Terme farà da cornice alla fase finale del Concorso artistico over 50


L’APe volontaria anticipa la pensione

Diversamente dall’Ape Social, a carico dello Stato, l’Ape Volontaria prevede un prestito bancario


Il volto prezioso dell'Iran

Viaggio nell'antica Persia, dal 21 settembre al 3 ottobre (12 notti/13 giorni), con 50&Più Turismo


L'arte in gioco con 50&Più

Il 6 aprile è l'ultimo giorno utile per partecipare al Concorso 50&Più di Prosa, Poesia, Pittura e Fotografia


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.