Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


30
“Non perdiamoci la VISTA”

L’iniziativa, promossa dalla IAPB Italia onlus, toccherà le piazze di diverse città italiane, offrendo ai cittadini l’opportunità di effettuare controlli oculistici gratuiti e di ricevere materiali informativi su alcune malattie oculari. Si inizia il 3 novembre con Lombardia, Lazio e Sicilia.

Le maculopatie che colpiscono il centro della retina sono malattie progressive che determinano una grave compromissione della visione fino all’ipovisione e alla cecità. La più diffusa è la Degenerazione Maculare legata all’Età (AMD), che generalmente può presentarsi dopo i 55 anni di età. Rappresenta una delle cause principali di ipovisione e cecità nel mondo occidentale. Già dai primi sintomi è possibile rallentarla. Una diagnosi precoce è di fondamentale importanza.

Per questo il 3 novembre 2014 parte la CampagnaNon perdiamoci la vista”  – promossa dall'Agenzia Internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus in collaborazione con Novartis. Fino al 29 novembre sono coinvolte tre regioni: Lombardia, Lazio e Sicilia (a cui si è aggiunta anche la città di Rimini il 20 novembre al Palacongressi). Poi si proseguirà nel resto d’Italia.

A bordo delle Unità Mobili Oftalmiche (UMO) i cittadini potranno ricevere informazioni sulle maculopatie e, in particolare, sulla Degenerazione Maculare Legata all’Età, malattia che compromette il campo visivo centrale. Si potrà effettuare un controllo retinico gratuito (anche con telemedicina) per verificare se già ci siano dei segni di questa malattia invalidante che colpisce la macula, parte funzionale e sensibile dell’occhio.

“Per la IAPB Italia onlus – dichiara Giuseppe Castronovo, presidente della Sezione italiana dell’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità – sono tre le priorità oggi nella lotta alla cecità evitabile: prevenzione primaria, ovvero informazione e sensibilizzazione; prevenzione secondaria, cioè screening, diagnosi precoce e rapido accesso alle terapie; prevenzione terziaria, ovvero riabilitazione visiva. La Campagna ‘Non perdiamoci la vista’ si inserisce nell’ambito di questo nostro impegno e nasce proprio con l’obiettivo di aumentare la conoscenza della popolazione rispetto alle maculopatie, sensibilizzare sull’importanza di riconoscerle precocemente attraverso dei periodici controlli e trattarle tempestivamente, nonché fornire informazioni sulla riabilitazione visiva, che oggi può offrire alle persone ipovedenti un significativo recupero della qualità di vita”.

Intercettare il disturbo nelle sue fasi iniziali è la chiave per poter contrastare efficacemente il progredire della malattia. “La forma neovascolare o umida, la più aggressiva, ha un’insorgenza molto rapida e in poche settimane può portare a una grave compromissione della capacità visiva. Solo un intervento terapeutico tempestivo – aggiunge Giovanni Staurenghi, Direttore Divisione Oculistica, Azienda Ospedaliera Luigi Sacco di Milano e Presidente SIR (Società Italiana della Retina) – può arrestare la perdita della vista e per questo è fondamentale che cittadini e medici di medicina generale agiscano subito ai primi campanelli d’allarme: immagini o parti di immagini distorte o ondulate e aree sfocate al centro del campo visivo, che con l’avanzare della patologia diventano vere e proprie macchie scure. Anche in assenza di sintomi, l’appello è comunque quello di sottoporsi a visite oculistiche mirate, da effettuare con regolarità dopo i 55 anni, rivolgendosi al proprio medico o ai centri specialistici presenti su tutto il territorio italiano, in modo da riconoscere i primi segni della patologia e preservare la funzione visiva il più a lungo possibile”.

Per saperne di Più:
www.nonperdiamocilavista.it
Numero verde: 800 04 80 80
Leggi l'opuscolo: patologie oculari degli adulti

Stampa
 


AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

L'arte in gioco con 50&Più

Torna il Concorso di Prosa, Poesia, Pittura e Fotografia. Invio delle opere entro il 6 aprile


Donne: in pensione più tardi dal 2018

Una panoramica dettagliata sui requisiti necessari per accedere alla pensione di vecchiaia e alla prestazione anticipata nel corso del nuovo anno


Pensioni: tornano a crescere, ma di poco

Dal prossimo gennaio è previsto un aumento dell’1,1% sull’attuale importo. Un valore modesto


Pensionati al lavoro

Gli over 60 impegnati in una attività lavorativa nel 2017 sono il 14,1%, un aumento del 3,6% sul 2008


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.