Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


16
CONSUMI fermi e fiducia in calo


Nel secondo semestre 2014, secondo quanto emerge dall'Outlook Italia Confcommercio-Censis, per il 44% delle famiglie la capacità di spesa è peggiorata, il bonus da 80 euro non ha mutato in modo sostanziale la propria capacità di consumo.

Consumi fermi e clima di fiducia in deterioramento: è questo il quadro del secondo semestre 2014 in base ai risultati che emergono dall'Outlook Italia Confcommercio-Censis. Dalla ricerca emerge che per quasi una famiglia su due (il 44%, per l'esattezza) la capacità di spesa è peggiorata, mentre quasi il 70% guarda con incertezza o pessimismo ai prossimi mesi. 

In questo quadro anche i modelli di consumo stanno mutando rapidamente e la parola d'ordine è "contenimento delle spese", ricerca dell'offerta migliore anche e soprattutto attraverso l'uso massiccio di Internet. Anche perché per 13 milioni di famiglie le bollette e le tasse "si mangiano" gran parte del reddito deprimendo ogni propensione a nuovi consumi. E a poco sembra essere servito, finora, il bonus degli 80 euro in busta paga visto che ben il 76% dei percettori non ha mutato in modo sostanziale la capacità di consumo. Quanto al suo utilizzo, invece, il 60,5% lo ha impiegato per comprare prodotti alimentari e il 55,8% per le utenze domestiche. Mentre, guardando al 2015, il 40% pensa che il bonus non cambierà la sua capacità di spesa e il 31% che servirà per pagare le spese fisse. E anche chi avrebbe la possibilità di incrementare consistentemente le proprie capacità di spesa non utilizzerebbe queste risorse per maggiori consumi, preferendo risparmiare: oltre 19 milioni di famiglie sono di questa opinione. 

Date queste premesse, insomma, sembra difficile poter incentivare i consumi se non con misure diverse dalle poche adottate fino ad oggi. L'Outlook, infine, rende visibile un calo di fiducia anche nei confronti dell'attuale Governo: scende al 58,7% (era il 76,7% nel primo semestre) la quota di chi nutre fiducia sulle possibilità che il governo porti a compimento le risorse annunciate. 

Nel corso della conferenza stampa il responsabile dell'Ufficio Studi di Confcommercio, Mariano Bella, ha anche reso note le nuove stime macroeconomiche relative a Pil e consumi. Il primo scenderà dello 0,2% quest'anno e risalirà dello 0,6% nel 2015, mentre i secondi cresceranno di appena lo 0,2% nel 2014 e dello 0,7% l'anno prossimo.

Per saperne di Più: www.confcommercio.it

Stampa
È necessario essere in modalità di modifica per inserire il contenuto






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Incontri 50&Più in Sardegna

La grande festa de soci 50&Più quest’anno si tiene a Geremeas (Ca) dal 30 maggio al 28 giugno


Pensione 2020: vecchie e nuove regole

Cercando di fornire risposte semplici, vediamo di chiarire cosa cambierà in tema di pensioni nel corso dell'anno entrante


Pensioni: sempre più magre dal 2020

Il nuovo anno non prevede alcuna grande novità per gli importi in pagamento, se non rivalutazioni assai modeste


50&Più: tornano le Olimpiadi invernali

Appuntamento dal 19 al 26 gennaio a San Sicario (TO), nel comprensorio sciistico della Via Lattea


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.