Cerca
Register   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


16
Governo approva la legge di STABILITA’

Meno tasse e più lavoro promette Palazzo Chigi. Ma le regioni debbono rinunciare a 4 miliardi di euro. Confermato il bonus di 80 euro. Stanziati dal governo 1,9 miliardi per chi assume con contratto a tempo indeterminato.

 

La manovra vale 36 miliardi di euro, coperti in gran parte dai tagli alla spesa per un totale di 15 miliardi di euro, di cui 4 miliardi a carico delle regioni. "In un anno ci sono 18 miliardi di tasse in meno". Si tratta della "più grande riduzione di tasse mai fatta da un governo nella storia della Repubblica in un anno, un grandissimo messaggio che va al cuore degli italiani e delle italiane", ha rivendicato il presidente del consiglio Matteo Renzi elencando le principali voci della manovra.

Ma cosa faranno le regioni con 4 miliardi in meno in cassa? La preoccupazione non manca. Il presidente della regione Piemonte Sergio Chiamparino, che guida anche la Conferenza delle Regioni, in un’intervista a La Stampa, replica a Renzi sul  “piccolo sforzo” chiesto alle regioni: “Dico che nessuno vuole aumentare le tasse, anzi. Ma ci sono limiti di tolleranza oltre i quali non si può andare”. Il taglio per 4 miliardi, continua il governatore, “per cominciare, significa azzerare l’aumento del Fondo nazionale della Sanità nel 2015: se andrà bene, manterremo quello di quest’anno. Poi ci saranno da recuperare altri due miliardi”. E sottolinea: “Altro che ridurre le tasse, sarà un miracolo se riusciremo a non aumentarle. Temo sarà difficile evitarlo”. Infine Chiamparino auspica un confronto col premier: “Dato che non è stato possibile ottenere un incontro prima della manovra, spero ci sarà modo per un approfondimento”. 

“Non so se le regioni aumenteranno le tasse", ha  dichiarato a Radio Anch’io il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, sul rischio di aumenti fiscali da parte delle regioni in seguito ai tagli decisi dal governo con la legge di Stabilità. A suo parere, comunque, ci sono "amplissimi margini di miglioramento dell'efficienza" e i tagli di spesa devono essere visti come "un'occasione" in questo senso.

Il testo della legge di stabilità non è ancora disponibile, quindi secondo le slide presentate dal Governo, tra i punti i punti elencati la manovra prevede la "conferma sistematica" degli 80 euro in busta paga. Tra le uscite annunciate da Renzi al primo posto figurano infatti i 9,5 miliardi per il bonus . Poi per l'Irap componente lavoro sono stati stanziati 5 miliardi di euro. Nell'elenco delle uscite figura anche il Tfr in busta paga a partire dal 2015 per i lavoratori che lo richiederanno. “Per evitare il probabile problema di insufficienza di liquidità delle imprese”, ha precisato il ministro Padoan, c'è "un accordo col sistema bancario che compensa ad un costo molto favorevole questa eventuale carenza".

Ci sono anche gli incentivi al lavoro: stanziati dal governo 1,9 miliardi per chi assume con contratto a tempo indeterminato e 800 milioni per le partite Iva "un'agevolazione che interessa 900mila italiani. Rispettato l'impegno per le assunzioni nella scuola - tra le misure della legge di stabilità confermati 500 milioni alla scuola che, ha spiegato Renzi, significano in realtà l'impiego di un milione di euro con la conferma dell'impegno delle assunzioni di tutti i precari. 500 milioni vanno poi alle famiglie, 300 milioni a ricerca e sviluppo".

Le coperture: 11 miliardi vengono dall'innalzamento del deficit dal 2,2 al 2,9 per cento, 15 miliardi dai tagli alla spesa (spending review), 3,8 dalla lotta all'evasione, 1 miliardo dalle slot machine, 3,6 miliardi dalle rendite, 1 miliardo dalla riprogrammazione dei fondi Ue.

Per saperne di Più: www.governo.it

Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Incontri 50&Più in Sardegna

La grande festa de soci 50&Più quest’anno si tiene a Geremeas (Ca) dal 30 maggio al 28 giugno


Pensione 2020: vecchie e nuove regole

Cercando di fornire risposte semplici, vediamo di chiarire cosa cambierà in tema di pensioni nel corso dell'anno entrante


Pensioni: sempre più magre dal 2020

Il nuovo anno non prevede alcuna grande novità per gli importi in pagamento, se non rivalutazioni assai modeste


50&Più: tornano le Olimpiadi invernali

Appuntamento dal 19 al 26 gennaio a San Sicario (TO), nel comprensorio sciistico della Via Lattea


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.