Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


02
Italia: meno 62 mila NATI all’anno

Censis: continua il calo del tasso di natalità. Colpa della crisi e di politiche pubbliche dedicate alla famiglia insufficienti. Nel giro di un anno il tasso di natalità è sceso da 9 a 8,5 nati per mille abitanti.


Meno nipoti più nonni. Questo, in sintesi, il quadro demografico del nostro Paese. Nella giornata dedicata alla Festa dei nonni, gli stessi nonni ricorderanno i propri nonni: i momenti passati assieme, lo sgomitare tra fratelli e cugini per suscitare la loro attenzione. Oggi la situazione è ben diversa. Le famiglie con un solo figlio hanno superato quelle con due e la tendenza è ormai quella di un bambino per quattro nonni. La speranza di vita è in continuo aumento ma ad essa si contrappone un calo progressivo del tasso di natalità.

Nel 1946, all'indomani della Seconda guerra mondiale,
vantavamo un tasso di natalità del 23,0 (per mille abitanti), nel 1964 (in pieno baby boom) era del 19,7, vent'anni dopo è crollato a 10,4, e il calo sembra inarrestabile.
Perché in Italia si fanno sempre meno figli? Colpa della crisi economica e delle politiche pubbliche a sostegno della famiglia ancora carenti. Nel 2013 in Italia la riduzione delle nascite è stata del 3,7% rispetto all'anno precedente con un tasso di natalità che è passato da 9 a 8,5
. Dall'inizio della crisi a oggi sono più di 62.000 i nati in meno all'anno. Siamo passati dai 576.659 bambini del 2008 ai 514.308 del 2013: mai così pochi nella storia d'Italia (le serie storiche ufficiali partono dal 1862), nonostante l'aumento nel tempo della popolazione, i progressi della medicina e il contributo degli immigrati residenti. È quanto emerge da una ricerca del Censis dal titolo “Diventare genitori oggi”.

Tra gli italiani, rileva il Censis, c'è una diffusa consapevolezza in merito al problema di denatalità che affligge il Paese. L'88% sa che oggi si fanno pochi figli. Il fenomeno viene spiegato soprattutto ricorrendo a motivi economici. Per l'83% la crisi rende più difficile la scelta di avere un figlio. E la percentuale supera il 90% tra i giovani fino a 34 anni, cioè le persone che subiscono maggiormente l'impatto della crisi e allo stesso tempo sono maggiormente coinvolte nella decisione della procreazione.

Il 61% degli italiani comunque è convinto che le coppie sarebbero più propense ad avere figli se migliorassero gli interventi pubblici. Sgravi fiscali e aiuti economici diretti sono le principali richieste (71%), il 67% segnala l'esigenza di potenziare gli asili nido, il 56% fa riferimento ad aiuti pubblici per sostenere i costi per l'educazione dei figli (rette scolastiche, servizi di mensa o di trasporto).

E pensare che il tasso di natalità in Irlanda, secondo i dati Eurostat, è quasi il doppio (15,7‰) di quello italiano, Regno Unito (12,8‰), Francia (12,6‰), Svezia (11,9‰) e Cipro (11,8‰). Tra più bassi, insieme all’Italia, ci sono Germania (8,4‰), Portogallo (8,5‰), Grecia (9,0‰) e Ungheria (9,1‰).

Stampa
 


AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

L'arte in gioco con 50&Più

Torna il Concorso di Prosa, Poesia, Pittura e Fotografia. Invio delle opere entro il 6 aprile


Donne: in pensione più tardi dal 2018

Una panoramica dettagliata sui requisiti necessari per accedere alla pensione di vecchiaia e alla prestazione anticipata nel corso del nuovo anno


Pensioni: tornano a crescere, ma di poco

Dal prossimo gennaio è previsto un aumento dell’1,1% sull’attuale importo. Un valore modesto


Pensionati al lavoro

Gli over 60 impegnati in una attività lavorativa nel 2017 sono il 14,1%, un aumento del 3,6% sul 2008


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.