Cerca
Register   |  Login
Pause
Percorso di navigazione > Home > Notizie


18
La RICOSTITUZIONE della pensione



Contributi “dimenticati”? Ecco come fare per chiedere il ricalcolo della pensione. La documentazione necessaria e i casi più frequenti.

A cura di 50&PiùEnasco

Non è sempre detto che l’importo della pensione corrisponda alla propria storia contributiva. Potrebbero esserci dei “pezzi mancanti”. Con la domanda di ricostituzione della pensione è possibile chiedere la variazione dell’importo della pensione che sarà rideterminato con il riconoscimento dei contributi versati o dovuti precedentemente alla decorrenza originaria della pensione in liquidazione.

L’art. 5 del D.P.R. n. 488/1968, che disciplina attualmente l’accreditamento di tale contribuzione, ha lo scopo di mantenere indenne il lavoratore da ritardi dei datori di lavoro nell’adempimento dei propri obblighi assicurativi e di tutelare il lavoratore da eventuali difficoltà incontrate nel procurarsi la documentazione necessaria per l’accreditamento dei contributi figurativi.

L’esempio più ricorrente di richiesta di ricostituzione della pensione è per l’ accredito del servizio militare che può essere  inoltrato all’istituto di previdenza in data successiva alla decorrenza della pensione .
L’inoltro della domanda di ricostituzione della pensione per l’accredito del servizio militare consentirà un ricalcolo della pensione “ab origine “con liquidazione dei relativi arretrati di pensione.

Un altro esempio di domanda di ricostituzione da indicare è nel caso in cui  fosse stato “dimenticato” un periodo di contribuzione versato all’estero dove vigono  accordi  bilaterali .

In questo caso tale contribuzione può essere valorizzata sulla pensione in essere nel caso in cui tale contribuzione non abbia generato una prestazione pensionistica del tutto autonoma  nel paese Estero.

Un altro caso frequente di domanda di ricostituzione può essere  segnalato quando l’istituto di previdenza, nel momento in cui effettua la prima liquidazione della pensione, non ha acquisito per intero tutta la contribuzione precedente il diritto a pensione dell’interessato (sia per la contribuzione da lavoratore  dipendente che per la contribuzione  da lavoro autonomo).

In questo caso, anche se l’istituto garantisce la ricostituzione d’ufficio, è opportuno monitorare l’accredito ed attivarsi per l’inoltro della domanda di ricostituzione.

Un altro caso ricorrente che può generare la domanda di ricostituzione della pensione è il recupero dei contributi non versati dal datore di lavoro perché prescritti.

Infatti è possibile presentare domanda all’istituto di previdenza di costituzione di rendita vitalizia ai sensi dell’ex art 13 della legge 1338/1962.  Con l’occasione si precisa che la tutela è stata estesa anche ai coadiuvanti dei lavoratori autonomi (artigiani, commercianti, Coltivatori diretti) ma non per i titolari.
La domanda per la costituzione della rendita vitalizia ex. art 13 potrà essere richiesta o dal lavoratore o dal datore di lavoro.

 A  questo punto il lavoratore può chiedere di pagare  la contribuzione omessa dal datore di lavoro in questi casi:
•    per omissione totale da parte del datore di lavoro per periodi ormai prescritti;
•    per omissioni parziali, se è stata versata una contribuzione ridotta rispetto alle retribuzioni effettivamente percepite;
•    per coprire parzialmente il periodo durante il quale vi è stata omissione contributiva (es.: solo le settimane necessarie per il perfezionamento dei requisiti a pensione).

Ovviamente, la domanda va inoltrata alla sede Inps territorialmente competente allegando documentazione di data certa utile per provare l’effettiva esistenza del rapporto di lavoro.

   In evidenza...

I documenti necessari

La documentazione deve essere redatta all’epoca dello svolgimento del rapporto di lavoro o anche in epoca successiva, mai all’epoca della domanda di costituzione di rendita vitalizia, a condizione che non sussistano elementi dai quali si rilevi che tale documentazione è stata costituita allo specifico scopo di usufruire della facoltà di riscatto .
Sono considerati documentazione di data certa:

•    il libretto di lavoro sul quale è registrato il periodo soggetto a riscatto;
•    le buste paga, gli estratti dei libri paga e matricola;
•    le dichiarazioni redatte all’epoca del rapporto di lavoro (lettere di assunzione o di licenziamento, benserviti, ecc.).

Se l’Inps riconosce il periodo e viene effettuato il pagamento per la  contribuzione  omessa  potrà essere inoltrata domanda di ricostituzione della pensione che consentirà di valorizzare i contributi versati in ritardo come se fossero stati versati anteriormente alla data di decorrenza della pensione.


Per eventuali approfondimenti sull’argomento trattato e per qualsiasi problema di carattere previdenziale si consiglia di rivolgersi al Patronato 50&PiùEnasco che fornirà in via del tutto gratuita i dovuti chiarimenti e l’assistenza necessaria.

 Leggi qui tutti gli articoli della rubrica previdenza

 Gli esperti di 50&PiùEnasco che curano questa Rubrica sono:
Rosaria Bendia, Paolo Daprelà, Filomena Ianni, Daniela Toschetti.

50&PiùEnasco è un Istituto di Patronato e di Assistenza Sociale, presente su tutto il territorio nazionale e fornisce la propria assistenza gratuita nello svolgimento delle pratiche relative a tutte le tipologie di prestazioni erogate da INPS (comprensive di quelle a carico dei lavoratori pubblici - ex INPDAP - e dei lavoratori dello spettacolo - ex ENPALS, ENASARCO, INAIL, Ministero dell'Interno.

 Clicca qui per conoscere la sede a te più vicina.

Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Quota 100: vecchie e nuove regole?

Al momento non ci sono precise indicazioni sul destino di Quota 100. E il cantiere pensioni resta aperto con la scritta “lavori in corso”


Olimpiadi 50&Più: tutte le classifiche

Le discipline, le coppe e le medaglie dell'unico evento sportivo dedicato agli over 50. Video


Lecce vince il Trofeo delle Olimpiadi di 50&Più

Al 2° posto Lodi e al 3° Venezia. A Lecce anche l'assoluto maschile. Belluno primeggia nella classifica femminile


Il Patronato 50&PiùEnasco è operativo anche in Spagna

Aperta la sede a Valencia per assistere gli italiani che vivono nella Comunidad Valenciana


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.