Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


27
La FIDUCIA dei consumatori peggiora

Istat: preoccupa di più è la situazione economica del Paese mentre si attende un ulteriore aumento della disoccupazione. Un clima che non lascia prevedere una ripresa futura dei consumi almeno rispetto all’acquisto di beni durevoli.

Terzo calo consecutivo del clima di fiducia dei consumatori. Ad agosto 2014 scende a 101,9 da 104,4 del mese precedente. Lo rileva l’Istat spiegando che il peggioramento interessa tutte le diverse componenti e segue le diminuzioni rilevate a giugno e luglio.

A pesare di più è la componente economica che cala a 107,6 da 114,2 del mese precedente, mentre quella riferita al quadro personale passa a 100,1 da 101,2. Anche gli indici riferiti al clima corrente e futuro diminuiscono, rispettivamente, a 101,5 da 104,0 e a 103,4 da 106,2.

I giudizi dei consumatori sulla situazione economica del Paese peggiorano sensibilmente tanto che il saldo passa a -91 da -79 del mese precedente. Aumenta, infatti, la percentuale di coloro che giudicano la situazione economica “peggiorata” (al 25,7% dal 23,2%) e “molto peggiorata” (al 34,2% dal 31,7%). Anche le attese sulla situazione economica peggiorano decisamente (il saldo passa a -7 da 6). Quanto alla disoccupazione si attendono aumenti: il saldo cresce, infatti, a 56 da 53.

Il saldo relativo ai giudizi sulla situazione economica della famiglia migliora lievemente passando a -55 da -56, mentre quello sulle attese diminuisce a -13 da -10. I giudizi sul bilancio familiare migliorano lievemente (a -12 da -13). Le possibilità di risparmio però calano passando a 116 da 120 di luglio. Tale risultato, spiega l’Istat, è dovuto alla diminuzione della quota di coloro che ritengono “certamente opportuno” effettuare risparmi (al 55,7% di agosto dal 59,4% di luglio). Le attese sulle possibilità future di risparmio aumentano in lieve misura: il saldo risulta pari a -45 da -46 di luglio.

E veniamo ai consumi. Per quanto riguarda l’opportunità di acquisto di beni durevoli (abiti, libri, arredi, auto, elettrodomestici etc.) diminuiscono sia i giudizi sulla convenienza all’acquisto immediato (a -90 da -79 il saldo) sia quelli relativi alle intenzioni future di acquisto, il cui saldo passa a -101 da -100 di luglio. La ripresa dei consumi, almeno per questi comparti, si prospetta negativa.

A livello territoriale il clima di fiducia diminuisce in tutte le ripartizioni ad eccezione del Centro in cui rimane stazionario.


Per saperne di Più: www.istat.it

Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Pensionati, l’Inps ha avviato la verifica dei redditi 2018-2017

Sono coinvolti oltre 7 milioni di pensionati destinatari delle prestazioni legate al reddito


Italia in... Canto, a Roma le semifinali aspettando Sanremo

Saranno in 50 a contendersi la partecipazione alla finale che si terrà il 16 maggio 2020 al Teatro Ariston di Sanremo


Indennizzo commercianti: conferme dal Governo

Il nuovo esecutivo intende ampliare la platea di coloro che ne hanno diritto, vista la crisi del settore


Il Patronato 50&PiùEnasco alla presidenza del Cipla

Tagli, incertezza economica, ritardi e scarsa vigilanza. Sono queste le valutazioni emerse e condivise nel corso della prima riunione del Comitato


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.