Cerca
Register   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


05
Italia, economia REALE al “palo”

Il Rapporto sulle economie regionali realizzato dall'Ufficio Studi Confcommercio, presentato in occasione dell’Assemblea Generale evidenzia una economia reale ancora ferma al palo mentre si amplia sempre più il divario economico-sociale tra il Nord e il Sud.


La  crescita della ricchezza prodotta dal Paese è lenta e debole mentre il divario economico e sociale tra Nord e Sud aumenta. Serve cambiare passo, fare le riforme è una “necessità”, è la “parola d’ordine", oltre che "l'unica strada per presentarci in Europa con dignità", sottolinea Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio Imprese per l’Italia, nella sua relazione all'Assemblea Generale 2014 della Confederazione svoltasi a Roma presso l'Auditorium Conciliazione. Il rapporto dell’ufficio Studi di Confcommercio sulle economie regionali presentato in occasione dell’Assemblea parla chiaro: Il Pil (Prodotto Interno Lordo) è a +0,5% e consumi a +0,1% per il 2014, la ripresa si allontana e si conferma più debole e lenta del previsto. Cresce, sì, la fiducia da una parte, ma consumi e investimenti mostrano l'altra faccia del Paese, quella di un'economia reale ancora drammaticamente ferma "al palo" e che vede ampliarsi sempre più il divario economico-sociale tra il Nord e il Sud. Tra il 2007 e il 2013 il prodotto pro capite si è ridotto di oltre 3.100 euro e fino al 2015 non ci sarà alcun significativo recupero; continuano ad aumentare i divari territoriali: con oltre 34.000 euro, Valle d'Aosta, Lombardia e Trentino Alto Adige si confermano le regioni con il Pil pro capite più alto. Campania, Calabria e Sicilia, con circa 17.000 euro, quelle con il Pil pro capite più basso; e per i consumi la musica non cambia: a livello nazionale occorreranno più di 11 anni per tornare ai livelli pre-crisi e al Sud, nel 2015, si raggiungeranno 12.160 euro pro capite, un livello addirittura inferiore a quello di 20 anni fa (12.195 euro).

Per quanto riguarda l'export di beni, l'Italia con una quota del 25%, esporta quasi la metà rispetto alla Germania (44%) e quasi un terzo rispetto all'Olanda (70%). A livello regionale, solo il Veneto, l'Emilia Romagna e la Lombardia si avvicinano alla media dell'area euro (35%). Molto inferiore la percentuale del Mezzogiorno (13%), a testimonianza dell'inefficienza delle politiche di industrializzazione attuate dai governi che hanno trascurato il turismo, fonte naturale di export per quelle Regioni; anche le dinamiche occupazionali confermano la perdita di attrattività e competitività del Mezzogiorno rispetto al resto del Paese: mentre il numero di occupati in Italia dal 1995 al 2013 cresce del 3,6%, al Sud cala del 5,2%;altrettanto critico lo stato di salute delle attività commerciali e dei servizi con oltre 12.000 imprese in meno nei primi tre mesi del 2014. L'80% di queste riguardano settori non alimentari e in particolare l'abbigliamento.

La crisi degli ultimi anni sta cambiando la demografia del Paese: cresce la popolazione del Nord-Est (+11,3% dal 1995), si spopola il Sud (-0,2%) e, per cercare nuove opportunità di lavoro, ci si sposta dal Sud al Nord e dal Nord Italia verso l'Europa.  Dal 2007 si fanno meno figli e oggi il tasso di natalità è il più basso dell'ultimo decennio (9 per mille nel 2012, 9,4 per mille nel 2002).

"L'Italia è ancora gravemente malata di bassa crescita, non è affatto fuori pericolo" e "Governo, Parlamento e politica devono agire con celerità, fermezza, efficacia". Sangalli ha rincalzato sulle riforme A partire dalla principale, quella della spesa pubblica, che "ancora presenta ampi margini di riduzione e di riqualificazione". "Il naturale completamento della riforma della spesa pubblica – ha continuato il presidente di Confcommercio - è la riforma fiscale, nella direzione di un abbassamento del carico fiscale attraverso la riduzione generalizzata delle aliquote dell'Irpef", perché "l'attuale carico fiscale sul lavoro è incompatibile con la crescita". E' poi necessaria la semplificazione, "un approccio fiscale che favorisca l'imprenditore e il contribuente". Per Sangalli, infatti, "le tasse in Italia si pagano infatti tre volte: prima come imposte, poi come burocrazia e infine come incertezza".

All’assemblea è intervenuto il ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi. "Ci aspettano mesi cruciali, servono azioni concrete e veloci. Due i capisaldi dell'azione del Governo: rilanciare l'occupazione e far ripartire la domanda interna”. La Guidi ha rivendicato "la discontinuità di azione di questo esecutivo" facendo l'esempio delle tasse: "per noi di troppe tasse si muore. Non è accettabile che occorrano in media 172 giorni di lavoro su 365 solo per soddisfare le esigenze del  fisco. Se poi guardiamo a una piccola impresa i tempi si  allungano ulteriormente, con differenze territoriali  inaccettabili".  Sempre a proposito di oneri  insostenibili per le imprese, il ministro ha sottolineato che il 70% dei commercianti beneficerà  dello 'sconto in bolletta' spiegando che, secondo le stime, si tratta di una riduzione di oneri di circa 3mila euro per un albergo, 400 euro per un ristorante, quasi  900 euro per un piccolo esercizio commerciale e intorno a 250 euro per un bar.

Per saperne di Più: www.confcommercio.it


Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Incontri 50&Più in Sardegna

La grande festa de soci 50&Più quest’anno si tiene a Geremeas (Ca) dal 30 maggio al 28 giugno


Pensione 2020: vecchie e nuove regole

Cercando di fornire risposte semplici, vediamo di chiarire cosa cambierà in tema di pensioni nel corso dell'anno entrante


Pensioni: sempre più magre dal 2020

Il nuovo anno non prevede alcuna grande novità per gli importi in pagamento, se non rivalutazioni assai modeste


50&Più: tornano le Olimpiadi invernali

Appuntamento dal 19 al 26 gennaio a San Sicario (TO), nel comprensorio sciistico della Via Lattea


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.