Cerca
Register   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie > CAF > Quesito Fiscale


19
Mia suocera, pensionata, ha dato in comodato d'uso la sua abitazione principale a mio figlio. Pertanto, deve fare il 730?

Mia suocera, pensionata, ha dato in comodato d'uso la sua abitazione principale a mio figlio. Questo comporta che debba fare  il 730?

Risposta a cura di 50&PiùCaaf


DOMANDA
: Quest'anno ho il dubbio se anche mia suocera novantenne dovrà fare, o no, la dichiarazione Irpef. E' invalida ed avendo bisogno di continua assistenza, l'ho trasferita da me e lei ha deciso di dare il suo appartamento (che e' nello stesso stabile del mio) in comodato d'uso a mio figlio che lo usa come sede della cooperativa sociale di cui è  presidente. Naturalmente per questo appartamento viene pagata l'IMU (1.438€).
Dal CUD di mia suocera risulta un reddito (pensione) di 8.190,26€ ed una ritenuta Irpef di 130,31€. Il comodato d'uso è equivalente al "non locato" e quindi al suo reddito di pura pensione deve sommare 719€?
E poi detrarre il 19% delle spese mediche e dei medicinali (641€)? Se non sbaglio il calcolo, il tutto si riduce a pagare 40€ con la netta impressione di un costo di gestione dell'Agenzia delle Entrate superiore al ricavo.
Grazie per la vostra consulenza e distinti saluti.


   


RISPOSTA
: Bisogna premettere che la Legge 147/2013 (Legge di Stabilità) tra le numerose novità introdotte ha previsto, con effetto già dai redditi 2013, che il reddito degli immobili ad uso abitativo non locati concorrono nella misura del 50% alla formazione del reddito imponibile qualora siano ubicati nello stesso comune ove si trova l’abitazione principale. A seguito di questa novità potrebbero presentarsi anche dei casi in cui si debba presentare la dichiarazione dei redditi anche se lo scorso anno si rientrava tra i soggetti “esonerati” in quanto, ad esempio, si era in possesso di un solo reddito certificato dal Cud ed uno o più immobili non locati i quali essendo soggetti ad Imu non erano assoggettati ad Irpef.

Si ricorda che tra le condizioni generali di esonero dalla presentazione della dichiarazione dei redditi rientrano anche i contribuenti, non obbligati alla tenuta delle scritture contabili, che si trovano nelle seguenti condizioni: imposta lorda  – detrazioni per carichi di famiglia – detrazioni per redditi di lavoro dipendente, pensione e/o altri redditi – ritenute = importo non superiore a euro 10,33.

Detto questo se nel suo caso sua suocera ha dato in comodato gratuito un immobile di proprietà  ad uso abitativo  ubicato nello stesso comune ove si trova l’immobile adibito ad abitazione principale la rendita catastale dell’immobile in comodato concorrerà a tassazione nella misura del 50%.  In questa ipotesi, salvo che non rientri tra i casi generali di esonero, si dovrà obbligatoriamente presentare la dichiarazione dei redditi (modello 730/2014 o Modello Unico PF 2014).

E’ sicuramente conveniente evidenziare nella dichiarazione eventuali oneri detraibili e/o deducibili al fine i trarne il massimo beneficio fiscale possibile.

Cosa c’è da sapere…

Le Istruzioni Ministeriali alla compilazione del modello 730/2014 precisano che, in  via generale, l’Imu sostituisce l’Irpef e le relative addizionali regionali e comunali dovute con riferimento ai redditi dei fabbricati non locati, compresi quelli concessi in comodato d’uso gratuito. Nel quadro B devono essere  comunque indicati i dati di tutti gli immobili posseduti, ma chi presta l’assistenza fiscale calcolerà il reddito dei fabbricati tenendo conto esclusivamente degli immobili concessi in locazione.

Dall’anno 2013 il reddito degli immobili ad uso abitativo non locati (Categorie catastali A1 – A11, escluso A10  con codice utilizzo Irpef  ‘2’, ‘9’, ‘10’, ‘15’ alla colonna 2 dei righi da B1 a B8)  situati nello stesso comune nel quale si trova l’immobile adibito ad abitazione principale, assoggettati all’Imu, concorre alla formazione della base imponibile dell’Irpef e delle relative addizionali nella misura del 50 per cento.

In questo caso nel quadro “B”  (righi da B1 a B8) alla colonna 12   “Casi particolari Imu” va indicato il codice 3.


Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono:
Cinzia Calabrese, Marco Chiudioni, Ada Martino, Romeo Melucci.

Questa rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 750.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede a te più vicina.

Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Il nuovo portale dell'associazione 50&Più

Un sito moderno, dinamico, ricco di informazioni. Si chiama Spazio50 ed è aperto a tutti gli over 50


Natale e Capodanno Insieme

Con 50&Più per trascorrere in compagnia il periodo più festoso dell’anno. Ecco le mete proposte


Pensionati, l’Inps ha avviato la verifica dei redditi 2018-2017

Sono coinvolti oltre 7 milioni di pensionati destinatari delle prestazioni legate al reddito


Italia in... Canto, a Roma le semifinali aspettando Sanremo

Saranno in 50 a contendersi la partecipazione alla finale che si terrà il 16 maggio 2020 al Teatro Ariston di Sanremo


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.