Cerca
Register   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


24
TRUFFE al telefono: chi c’è dall’altro capo?

«Nonostante internet e i telefoni cellulari “tuttofare”, le truffe a mezzo telefonia fissa non cessano. Anzi, alcune sono diventate seriali. Per non parlare poi delle pratiche commerciali scorrette. Come difendersi?»


Articolo tratto dalla Rivista 50&Più numero di marzo.

di Luisella Berti

La telefonata spesso arriva di sera quando le famiglie si ritrovano per la cena. Dall’altro capo della cornetta, proposte commerciali di vario tipo, dall’abbonamento a una fantomatica rivista all’adesione a un contratto super conveniente per abbattere la bolletta di energia elettrica, del gas o quella telefonica.
Tra una cosa e l’altra, in mille cose affaccendati, o si butta giù il telefono o, in mancanza della dovuta attenzione, inconsapevolmente, e senza la nostra esplicita volontà, attiviamo un nuovo contratto o un nuovo servizio, senza nemmeno esserne interessati. Ma non c’è solo la telefonata della sera, c’è quella di metà mattinata e quella del sabato. Per chi è avanti con gli anni, e magari passa più tempo in casa, ogni ora è propizia. Infatti, sono proprio gli anziani a cadere più spesso nei tranelli telefonici.

Le truffe seriali
La tecnologia corre, eppure certe truffe continuano ad avere tra i canali prediletti il “vecchio” telefono fisso. Ci sono truffe ormai diventate seriali, come quella che vi stiamo per raccontare.
«Salve signora, siamo della Polizia, sappiamo che lei è da sempre una nostra sostenitrice, vuole sottoscrivere l’abbonamento alla nostra rivista?».
La questione la sollevò già nel 2010 l’associazione La Casa del Consumatore. «Si tratta della vendita di riviste, o calendari, proposte come se fossero delle Forze dell’Ordine. La tecnica è quella di far leva sulla reverenzialità nei confronti di Carabinieri, Polizia, Vigili del Fuoco e simili», avverte Giovanni Ferrari, avvocato e presidente de La Casa del Consumatore. «Sul sito Web della Polizia di Stato, ad esempio, si può controllare che la pubblicazione riguarda una sola rivista per la quale non esiste vendita telefonica e i prezzi sono assolutamente modici. Invece, questi fantomatici operatori cosa fanno? Carpiscono telefonicamente il consenso e mandano la rivista a prezzi esorbitanti, con abbonamenti annuali da 300-400 euro. Altro modo è quello di spedire riviste e calendari direttamente a casa per poi reclamarne il pagamento anche a distanza di anni con somme che arrivano fino a 3.000 euro». Si tratta davvero di una brutta faccenda anche perché per indurre al pagamento si passa alle minacce con l’invio di false convocazioni presso tribunali penali davanti a giudici inesistenti. «Spaventate, molte persone pagano. Questo è proprio quello che non bisogna fare. Occorre invece denunciare l’accaduto alla Polizia Postale».

Contratti telefonici, luce e gas
Con la liberalizzazione del mercato dell’energia si ha la possibilità di aderire alle offerte migliori proposte dalle varie società di fornitura. Lo stesso vale per il settore della telefonia. Nella pluralità delle proposte, però, è facile incappare in qualche brutta sorpresa. Nelle situazioni peggiori si può cadere nelle maglie di falsi operatori di altrettanto false società. In questo caso si ha a che fare con dei veri e propri truffatori. Ma quello che accade più sovente è di essere vittima di pratiche commerciali scorrette per mano di operatori e società regolarmente presenti sul mercato. «Con la scusa di carpire informazioni sui consumi - avverte Ferrari - vengono promesse sia delle tariffe vantaggiose, che puntualmente non vengono rispettate, sia forniture non richieste». Così di colpo ci si trova clienti di un’altra società e tornare alla vecchia non è cosa semplice.
Per ovviare a queste spiacevoli situazioni la Direttiva 2011, n° 83, del Parlamento europeo e del Consiglio interviene sui diritti dei consumatori e anche sui contratti stipulati a distanza. «Le associazioni dei consumatori - evidenzia Ferrari - stanno premendo affinché in fase di recepimento della direttiva venga esplicitamente scritto che il contratto si intende concluso quando avviene la conferma scritta del cliente. Questo eviterebbe o ridurrebbe molto la casistica delle truffe o delle pratiche commerciali scorrette».

Attualmente, invece, il contratto viene attivato già a partire dalla telefonata. «Nei contratti di fornitura di energia, l’azienda conferma l’attivazione del contratto con una lettera di benvenuto, ma i 10 giorni per recedere, previsti dai contratti stipulati a distanza, sono già scaduti». Esiste comunque l’obbligo da parte dell’operatore di registrare il consenso del cliente. Peccato però che questo non sempre viene rispettato oppure viene carpito da un “sì” detto nel corso della telefonata per acconsentire all’invio di materiale informativo.

«Le grandi compagnie spesso si affidano a società terze per la vendita dei loro prodotti, queste società al loro interno possono avere venditori che non si comportano in maniera corretta. Però, è comunque la compagnia che ne deve rispondere, vuoi che siano operatori interni o esterni, sono sempre suoi collaboratori», sottolinea il presidente de La Casa del Consumatore.

Come ci si può difendere dalla telefonata pubblicitaria di fine giornata? Un modo drastico c’è ed è quello di iscriversi al Registro Pubblico delle Opposizioni ovvero all’elenco in cui indicare il proprio numero di telefono se non si vogliono ricevere più telefonate pubblicitarie o promozionali. Questo Registro è stato istituito con Dpr del 2010 ed è entrato in funzione il 31 gennaio 2011, ma l’iscrizione può risultare vana se ad una data società abbiamo fornito il consenso al trasferimento dei nostri dati personali a società terze.


10 CONSIGLI UTILI IN CASO DI TELEFONATE SOSPETTE

1 - Prendere tempo prima di confermare la propria identità cercando di capire prima chi è il vostro interlocutore.

2 - Chiedere il nome, il cognome e il numero dell’operatore che ha chiamato.

3 - Esercitare il diritto di sapere da dove è stato ricavato il vostro numero telefonico e i vostri dati sensibili in modo da richiedere la  revoca ad utilizzarli.

4 - Evitare di rispondere con un “sì” per  non cadere in possibili truffe o pratiche commerciali scorrette legate alle registrazioni vocali.

5 - Non pigiare nessun tasto del telefono per interrompere la chiamata come invece può suggerire la voce registrata. Si potrebbe essere dirottati a una linea a pagamento a vostro carico. Meglio riagganciare.

6 - Non fornire mai informazioni come numeri di fatturazioni, anagrafici, credenziali di accesso ai conti o carte di credito.

7 - Non risparmiare mai domande e richieste di chiarimento.

8 - Prima di aderire alla proposta consultare il sito internet della società che propone l’offerta o chiamare il servizio clienti.

9 - In caso di messaggio truffaldino darne segnalazione all’Autorità competente.

10 - Segnalare all’Autorità Garante per la protezione dei dati personali l’utilizzo dei vostri dati personali da parte di società per le quali non avete dato mandato.


Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Invalidità civile 2020: i nuovi importi

Pochi euro per tutti: è la situazione che molti affrontano da tempo, sebbene i trattamenti siano calcolati sui redditi dei singoli


Spese detraibili: dal 1° gennaio è cambiato il metodo di pagamento


Olimpiadi invernali: vince il Trofeo la provincia di Massa Carrara

Secondo posto per la squadra provinciale di Bergamo e terzo per Lucca


Incontri 50&Più in Sardegna

La grande festa de soci 50&Più quest’anno si tiene a Geremeas (Ca) dal 30 maggio al 28 giugno


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.