Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


18
La PENSIONE  per chi va a lavorare all’estero




Con la “totalizzazione” internazionale è possibile sommare i vari periodi assicurativi purché non coincidenti. La domanda va fatta al momento del compimento dell’età pensionabile prevista da ciascun ordinamento estero.


A cura di 50&PiùEnasco

I cambiamenti demografici, economici, sociali e culturali in atto nella nostra società spingono molti giovani a lasciare il nostro Paese per fare esperienza lavorativa all’estero. Molti di essi, una volta che hanno trovato adeguata sistemazione,  potrebbero non voler più tornare in Italia, mentre altri sperano nel loro ritorno in Patria al superamento dell’attuale  crisi economica. In questi casi è poi possibile recuperare  la contribuzione versata all’estero per ottenere nel futuro una pensione?

Fortunatamente la risposta è positiva, anche se bisogna precisare che esistono notevoli differenze nel modo in cui i Paesi aderenti alla UE gestiscono le prestazioni sanitarie e previdenziali.

I Regolamenti dell’Unione europea (n. 883/2004 e n. 987/2009), in linea di principio, prevedono che una persona sia assicurata nel Paese in cui lavora, mentre, chi esercita un’attività lavorativa contemporaneamente in più Paesi è soggetta al regime previdenziale del Paese in cui ha la residenza, a condizione, ovviamente che vi lavori.

Come è possibile allora utilizzare i periodi assicurativi svolti all’estero?

Chi abbia lavorato in un Paese dell’Unione europea per almeno un anno, può sommare i periodi assicurativi non coincidenti, maturati in nazioni diverse aderenti all’Ue, per raggiungere i requisiti necessari per conseguire la pensione.

Per esempio se si posseggono 20 anni di contributi in Germania, 3 in Italia, 10 in Francia, ricorrendo alla  “totalizzazione” internazionale, è possibile maturare il diritto a pensione in ciascuno di detti Paesi.

Va precisato che la contribuzione versata in ogni singolo Paese non viene materialmente trasferita nei Paesi interessati, ma, succede che i vari spezzoni assicurativi, sommati fra loro, vengono considerati come se fossero stati virtualmente  compiuti  in un solo di tali Paesi.

In sostanza, per quantificare l’entità del trattamento pensionistico l’Ente previdenziale di ogni singolo Paese  liquiderà la sua “quota” di pensione con le proprie regole di calcolo e la rapporterà  agli anni di contribuzione accreditati sotto la propria legislazione.

La “totalizzazione” internazionale è gratuita e va richiesta al momento di andare in pensione al compimento dell’età pensionabile prevista da ciascun ordinamento estero presso il quale si è stati assicurati.

Per chi volesse approfondire e ricevere ulteriori informazioni, può rivolgersi agli uffici di Patronato 50&PiùEnasco che forniranno, gratuitamente, tutta l’assistenza necessaria.

 Leggi qui tutti gli articoli della rubrica previdenza

 Gli esperti di 50&PiùEnasco che curano questa Rubrica sono:
Rosaria Bendia, Paolo Daprelà, Filomena Ianni, Daniela Toschetti.

50&PiùEnasco è un Istituto di Patronato e di Assistenza Sociale, presente su tutto il territorio nazionale e fornisce la propria assistenza gratuita nello svolgimento delle pratiche relative a tutte le tipologie di prestazioni erogate da INPS (comprensive di quelle a carico dei lavoratori pubblici - ex INPDAP - e dei lavoratori dello spettacolo - ex ENPALS, ENASARCO, INAIL, Ministero dell'Interno.

 Clicca qui per conoscere la sede a te più vicina.

Stampa
 

AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

AUDIZIONI Italia in Canto

Nove tappe tra maggio e giugno attraverseranno l’Italia alla ricerca dei migliori talenti over 50


Cinquant'anni di TUTELA


CORTI di lunga vita

Al via la prima edizione del Concorso di cortometraggi promosso da 50&Più e Centro Studi


PENSIONI minime e maggiorazioni 2017

Attenzione ai redditi: sono cambiati da qualche tempo i parametri con cui si ottengono le prestazioni. Ricordiamoci di fare il Red entro fine aprile


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.