Cerca
Register   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


17
Un Festival TRIDIMENSIONALE

Si tratta di Italia In... canto. In attesa della finale di Napoli il 2 marzo, intervista al direttore artistico Maurizio Merolla.

Quanti ricordi, quante emozioni rivivono ascoltando le canzoni che ormai fanno parte della nostra vita, del nostro bagaglio culturale. Brani classici della canzone napoletana come Accarezzame (1954) o Napule è (1977), o altri successi della canzone italiana come Guarda che luna (1959) o Mi sono innamorato di te (1962). Il nostro repertorio musicale è vastissimo e dal valore incommensurabile. Un patrimonio che da quindici anni rivive con Italia In...canto, la manifestazione canora ideata da 50&Più per gli appassionati over 50 dilettanti del canto.

La finale quest’anno si tiene il 2 marzo, come sempre a Napoli, sul palcoscenico del prestigioso Teatro Mediterraneo. Sin dalla prima edizione il direttore artistico della kermesse, unica nel suo genere, è l’attore, regista, sceneggiatore e produttore, Maurizio Merolla. In questa intervista ci svela alcuni retroscena della manifestazione e le novità di quest’anno. «L’avventura di Italia In...canto nasce nel 2000 - racconta - per riempire un vuoto musicale in ambito nazionale legato a l’alter ego dello Zecchino d’Oro. Questa rassegna canora nasce per accompagnare i bambini a debuttare nella canzone in compagnia dei genitori e dei nonni. Italia In...canto ha ribaltato la situazione, sono i nipotini e i figli ad accompagnare i nonni a cantare, a vivere l’ebbrezza e l’effetto del palcoscenico.

Da questa intuizione, con il presidente 50&Più di Napoli, Vincenzo Cozzolino, e assieme all’Associazione nazionale, demmo vita a questa manifestazione».

Cos’è diventata Italia In...canto nel corso di questi anni?
Una vera e propria fonte di emozione per i soci 50&Più appassionati del canto, che così hanno potuto realizzare un sogno lasciato nel cassetto da chissà quanti anni. Per una volta nella loro vita sono stati proiettati in una dimensione tridimensionale, oserei dire. Italia In...canto è un festival in 3D, perché i protagonisti vivono in contemporanea tre emozioni molto forti: quella di rimettersi in gioco con la felicità di farlo; quella di cantare in un teatro con un’orchestra dal vivo davanti a mille persone; infine, quella di trovarsi davanti a una giuria di qualità (quest’anno composta da Iva Zanicchi, Catherine Spaak, Gabriele La Porta e Mimmo Liguoro, ndr), cosa che mette in agitazione un cantante esperto, figuriamoci un dilettante, magari alla sua prima esibizione in pubblico.

Ogni anno la manifestazione è legata a un tema diverso. Qual è quello di quest’anno?
Quello di cercare l’isola che c’è, non quella che non c’è. E l’isola che c’è, è 50&Più. È l’isola che ci permette di incontrare il bambino che è dentro di noi, il nostro Peter Pan.

In questa edizione, i concorrenti possono scegliere brani di un repertorio vastissimo, quello che la Siae ha inserito nell’elenco “Bellissime-Evergreen”. Perché questa scelta?

Quest’anno per noi è un’edizione “speciale” e vogliamo che i nostri cantanti siano liberi di scegliere i brani più belli che hanno fatto la storia della nostra canzone.

Oltre che direttore artistico, Lei è anche presentatore della manifestazione. Chi l’affiancherà in questo ruolo?
Ho l’onore di avere con me, anche quest’anno, la presentatrice più gettonata in Rai: Veronica Maya.
Il futuro di Italia In...canto? Siamo un contenitore che può soltanto migliorare nel tempo. Dopo quindici anni, pur mantenendo il format originario, siamo pronti a qualsiasi evoluzione purché non si trasformi mai in una corrida, ma sia sempre solo un bel modo di esaltare quel bambino che è dentro di noi, capace di gioire davanti a un’emozione semplice: quella di cantare.

L.B.


Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Invalidità civile 2020: i nuovi importi

Pochi euro per tutti: è la situazione che molti affrontano da tempo, sebbene i trattamenti siano calcolati sui redditi dei singoli


Spese detraibili: dal 1° gennaio è cambiato il metodo di pagamento


Olimpiadi invernali: vince il Trofeo la provincia di Massa Carrara

Secondo posto per la squadra provinciale di Bergamo e terzo per Lucca


Incontri 50&Più in Sardegna

La grande festa de soci 50&Più quest’anno si tiene a Geremeas (Ca) dal 30 maggio al 28 giugno


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.