Cerca
Register   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


11
Il rimedio agli ERRORI  fiscali

Sul canale YouTube il nuovo video dell’Agenzia delle Entrate sul funzionamento del ravvedimento operoso.
 
Correggere gli errori fiscali si può. Come fare lo spiega l’Agenzia delle Entrate con un nuovo video sul canale YouTube dedicato al ravvedimento operoso. Il filmato è raggiungibile all’indirizzo www.youtube.com/Entrateinvideo
ed è accessibile a tutti grazie all’utilizzo di sottotitoli in italiano e nelle principali lingue straniere.

Tutti i passaggi del ravvedimento
Nel video un funzionario dell’Agenzia spiega come regolarizzare in modo spontaneo l’omesso o insufficiente pagamento delle imposte dovute e i tempi in cui è possibile farlo. Chi si ravvede spontaneamente, infatti, può beneficiare di una sanzione ridotta che dovrà essere versata insieme alla somma dovuta e agli interessi, calcolati al tasso legale annuo, dal giorno della scadenza al giorno in cui il versamento viene effettivamente eseguito.

La sanzione varia a seconda del momento in cui viene effettuato il ravvedimento. In particolare, la sanzione (ordinariamente prevista nella misura del 30%) è ridotta:

  • allo 0,2% per ogni giorno di ritardo, se il versamento dell’imposta avviene entro 14 giorni dalla scadenza e si pagano, entro 30 giorni dalla scadenza stessa, gli interessi e la sanzione;
  • al 3%, se il pagamento dell’imposta, dei relativi interessi e della sanzione viene effettuato dal quindicesimo giorno, ma comunque nel termine di 30 giorni dalla scadenza prescritta (ravvedimento breve);
  • al 3,75%, quando il pagamento avviene con un ritardo superiore a 30 giorni ma entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all’anno d’imposta in cui è stata commessa la violazione.
Chi può ravvedersi
Possono ravvedersi tutti i contribuenti, entro i limiti di tempo previsti. Infatti, il ravvedimento non è più attuabile quando la violazione è già stata constatata e notificata a chi l’ha commessa, quando sono già iniziati accessi, ispezioni o verifiche e quando sono iniziate altre attività di accertamento già comunicate al contribuente.

È possibile ravvedersi anche in caso di ritardo nella presentazione della dichiarazione dei redditi, se il ritardo non supera i 90 giorni, versando, entro lo stesso termine, una sanzione di 25 euro.

Come effettuare i versamenti
Per i pagamenti basta utilizzare il modello F24 per le imposte sui redditi, le relative imposte sostitutive, le ritenute, l’Iva, l’Irap, e il modello F23 per l’imposta di registro e gli altri tributi indiretti. In caso di ravvedimento per imposta di registro dovuta per i contratti di locazione, è possibile utilizzare anche il modello F24 Elementi Identificativi.

Per saperne di Più: www.agenziaentrate.gov.it
Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Invalidità civile 2020: i nuovi importi

Pochi euro per tutti: è la situazione che molti affrontano da tempo, sebbene i trattamenti siano calcolati sui redditi dei singoli


Spese detraibili: dal 1° gennaio è cambiato il metodo di pagamento


Olimpiadi invernali: vince il Trofeo la provincia di Massa Carrara

Secondo posto per la squadra provinciale di Bergamo e terzo per Lucca


Incontri 50&Più in Sardegna

La grande festa de soci 50&Più quest’anno si tiene a Geremeas (Ca) dal 30 maggio al 28 giugno


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.