Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


17
Chi può usufruire del “bonus arredi” nel caso di una ristrutturazione edilizia?

Chi può usufruire del “bonus arredi” nel caso di una ristrutturazione edilizia?

Risposta a cura di 50&PiùCaaf


DOMANDA
: Vorrei cortesemente un chiarimento in merito alla detrazione fiscale per l'acquisto di mobili per ristrutturazione.
Ma madre, con la quale convivo, sta effettuando dei lavori di ristrutturazione nel nostro appartamento che vorrebbe portare in detrazione.
In questo caso, avendo io portato ora la residenza, posso usufruire del bonus per l'acquisto mobili e portarlo poi in detrazione? La comunicazione di inizio lavori è stata fatta una settimana fa.
Grazie mille


   


RISPOSTA
: Con riferimento al quesito posto e dagli elementi forniti, riteniamo che non ci siano i presupposti per usufruire del cosiddetto bonus arredi.
I soggetti ammessi al bonus, infatti, sono i medesimi contribuenti che fruiscono della detrazione del 50% per aver sostenuto spese riguardanti gli interventi di recupero edilizio, nel suo caso sua mamma.


Cosa c’è da sapere…

La Circolare AE n. 29/E ha chiarito che i soggetti ammessi al bonus arredo sono i medesimi contribuenti che hanno acquistato mobili e grandi elettrodomestici dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2014 (v. proroga Legge di Stabilità) e fruiscono della detrazione del 50% per aver sostenuto spese, riguardanti gli interventi di recupero del patrimonio edilizio dal 26 giugno 2012 per lavori di:

- manutenzione ordinaria, di cui alla lett. a) dell’art. 3 del DPR n. 380 del
2001, effettuati sulle parti comuni di edifici residenziali (edifici condominiali);

- manutenzione straordinaria, di cui alla lett. b) dell’art. 3 del DPR n. 380
del 2001, effettuati sulle parti comuni di edifici residenziali e su singole unità immobiliari residenziali;

- restauro e di risanamento conservativo, di cui alla lett. c) dell’art. 3 del DPR n. 380 del 2001, effettuati sulle parti comuni di edifici residenziali e su singole unità immobiliari residenziali;

- ristrutturazione edilizia, di cui alla lett. d) dell’art. 3 del DPR n. 380 del 2001, effettuati sulle parti comuni di edifici residenziali e su singole unità immobiliari residenziali;

- interventi necessari alla ricostruzione o al ripristino dell’immobile danneggiato a seguito di eventi calamitosi, ancorché non rientranti nelle categorie precedenti, sempreché sia stato dichiarato lo stato di emergenza;

- restauro e risanamento conservativo, e di ristrutturazione edilizia, di cui alle lettere c) e d) dell’art. 3 del DPR n. 380 del 2001, riguardanti interi fabbricati, eseguiti da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare e da cooperative edilizie, che provvedano entro sei mesi dal termine dei lavori alla successiva alienazione o assegnazione dell’immobile.


Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono:
Cinzia Calabrese, Marco Chiudioni, Ada Martino, Romeo Melucci.

Questa rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 750.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede a te più vicina.

Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Olimpiadi invernali: vince il Trofeo la provincia di Massa Carrara

Secondo posto per la squadra provinciale di Bergamo e terzo per Lucca


Incontri 50&Più in Sardegna

La grande festa de soci 50&Più quest’anno si tiene a Geremeas (Ca) dal 30 maggio al 28 giugno


Pensione 2020: vecchie e nuove regole

Cercando di fornire risposte semplici, vediamo di chiarire cosa cambierà in tema di pensioni nel corso dell'anno entrante


Pensioni: sempre più magre dal 2020

Il nuovo anno non prevede alcuna grande novità per gli importi in pagamento, se non rivalutazioni assai modeste


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.