Cerca
Registrazione   |  Login
Pause
Percorso di navigazione > Home > Notizie


13
Il proprietario di una seconda abitazione data in comodato d'uso gratuito a un amico, beneficia della detrazione Imu?

Il proprietario di una seconda abitazione data in comodato d'uso gratuito a un amico, beneficia della detrazione Imu?

Risposta a cura di 50&PiùCaaf


DOMANDA
: Io e mia sorella siamo proprietarie di una casa, seconda abitazione, soggetta perciò all'imposta Imu, con usufruttuario. Vorrei sapere se dando la casa in comodato d'uso gratuito a un amico si può avere uno sgravio fiscale (Imu o altro) nel 2014.
Grazie per l'attenzione prestatami.


   


RISPOSTA
: I soggetti su cui grava l’Imposta municipale propria sono:
a) il proprietario di immobili o il titolare di un diritto reale (usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi o superficie);
b) il coniuge assegnatario della casa coniugale;
c) il coniuge superstite, titolare del diritto di abitazione ai sensi dell’art. 540 del codice civile, con riferimento alla casa coniugale nel caso di decesso di uno dei due coniugi;
d) il concessionario nel caso di concessione su aree demaniali;
e) il locatario (utilizzatore) nel caso di contratto di locazione finanziaria per tutto il periodo di durata del contratto di leasing (ivi inclusi gli immobili da costruire o in corso di costruzione).

L’agevolazione ai fini Imu, e quindi l’applicazione dell’aliquota ridotta con annessa detrazione, riguarda esclusivamente la prima casa e le relative pertinenze dove il soggetto passivo deve risiedere e dimorare abitualmente. L’affittuario o il comodatario invece, non hanno alcun obbligo di versamento dell’imposta che sarà comunque dovuta dal possessore dell’immobile dato in affitto o concesso in uso gratuito.

In conclusione, se l’immobile in questione è una seconda abitazione non ci sarà alcuno sgravio applicabile, né riduzione dell’aliquota ordinaria prevista dal comune; si precisa inoltre che, in presenza di un soggetto titolare del diritto di usufrutto, sarà quest'ultimo obbligato al pagamento dell'Imu, mentre il titolare della sola "nuda proprietà" non dovrà pagare nulla. Se l'usufruttuario risiede e dimora nell'immobile e costituisce quindi la sua abitazione principale, dovrà pagare la cosiddetta Mini Imu entro il prossimo 24 gennaio.


Cosa c’è da sapere…

Il D.L. 133 del 30 novembre 2013 e la Legge 147 del 27/12/2013 sono intervenute in merito al saldo IMU 2013 prevedendo  l’abolizione della seconda rata per l’abitazione principale e le sue pertinenze (escluse le categoria A/1, A/8, A/9), nello specifico, per gli immobili ubicati in quei Comuni che nel 2013 hanno deliberato o confermato un’aliquota superiore a quella“standard” del 4 per mille, i contribuenti dovranno versare il 40% di detto incremento (la differenza pari al 60% rimarrà a carico dello Stato).

E’ stata inoltre abolita la seconda rata per i terreni agricoli posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola quindi, per i terreni ubicati in quei Comuni che nel 2013 hanno deliberato o confermato un’aliquota superiore a quella “standard” del 7,6 per mille, i contribuenti dovranno versare il 40% di detto incremento (la differenza pari al 60% rimarrà a carico dello Stato.

Il versamento della differenza dovuta  dovrà essere effettuato entro il 24 gennaio 2014 (termine così posticipato dalla Legge 147/2013 del 27/12/2013).

A partire dall’anno 2014, quindi, l’abitazione principale sconterà l’IMU sole se di categoria catastale A/1, A/8 e A9, mentre le “prime case” di diversa categoria catastale saranno soggette unicamente alla nuova Imposta unica comunale (IUC).


Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono:
Cinzia Calabrese, Marco Chiudioni, Ada Martino, Romeo Melucci.

Questa rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 750.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede a te più vicina.

Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Nuova sede del Patronato 50&PiùEnasco in Canada

Con l’ufficio di Mississauga, salgono a 12 le sedi distribuite sul territorio canadese


Quota 100: vecchie e nuove regole?

Al momento non ci sono precise indicazioni sul destino di Quota 100. E il cantiere pensioni resta aperto con la scritta “lavori in corso”


Olimpiadi 50&Più: tutte le classifiche

Le discipline, le coppe e le medaglie dell'unico evento sportivo dedicato agli over 50. Video


Lecce vince il Trofeo delle Olimpiadi di 50&Più

Al 2° posto Lodi e al 3° Venezia. A Lecce anche l'assoluto maschile. Belluno primeggia nella classifica femminile


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.