Cerca
Register   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


02
Mostre, un 2014 AL TOP

A Bologna il capolavoro di Vermeer “La ragazza con l'orecchino”, a Roma va in scena Frida Kahlo. Altre sorprese da Ravenna, Ferrara, Forlì, Rovigo, Firenze.

Sarà Bologna ad ospitare la mostra dell'anno? Certamente dovrà vedersela con Roma. Per queste due città sarà un 2014 d'arte davvero speciale. Ma anche altre città si sono date da fare per iniziare il Nuovo Anno in bellezza, è il caso di Ravenna, Rovigo, Firenze, Forlì, Ferrara.

Iniziamo dalla mostra, forse la più importante, che ci riserva il Nuovo Anno.
“La ragazza con l’orecchino di perla”, con la “Gioconda” di Leonardo e “L’urlo” di Munch, è unanimemente riconosciuta come una delle tre opere d’arte più note, amate e riprodotte al mondo. Per un pugno di settimane, ed esattamente dall’8 febbraio al 25 maggio 2014, il capolavoro di Vermeer sarà in Italia, a Bologna, accolta con tutti gli onori del caso a Palazzo Fava.

Il dipinto sarà la star indiscussa di una raffinatissima mostra sulla Golden Age della pittura olandese, curata da Marco Goldin e tra gli altri da Emilie Gordenker, direttrice del Mauritshuis Museum de L’Aja dove il capolavoro di Vermeer è conservato. “La ragazza con l’orecchino di perla” non sarà l’unico capolavoro di Vermeer in mostra. Ad affiancarla ci sarà Diana e le sue ninfe, grande olio del Maestro. E ancora, ben 4 Rembrandt e poi Frans Hals, Ter Borch, Claesz, Van Goyen, Van Honthorst, Hobbema, Van Ruisdael, Steen, ovvero tutti i massimi protagonisti della Golden Age dell’arte olandese. L’occasione storica di ammirare in Italia e gli altri celeberrimi dipinti olandesi nasce dalla collaborazione tra Fondazione Carisbo e lo storico dell'arte Marco Goldin di Linea d'ombra.

E' già possibile acquistare in prevendita i biglietti della mostra sull'artista messicana Frida Kahlo (1907-1954), simbolo dell'avanguardia artistica e dell'esuberanza della cultura messicana del Novecento. L'esposizione si tiene dal 20 marzo al 14 luglio presso le Scuderie del Quirinale.
Non vi è dubbio che il mito formatosi attorno alla figura e all'opera di Frida Kahlo (1907-1954) abbia ormai assunto una dimensione globale; icona indiscussa della cultura messicana novecentesca, venerata anticipatrice del movimento femminista, marchio di culto del merchandising universale, seducente soggetto del cinema hollywoodiano, Frida Kahlo si offre alla cultura contemporanea attraverso un inestricabile legame arte-vita tra i più affascinanti nella storia del XX secolo.

Mostre sul Liberty, e sul primissimo scorcio del Novecento, in Italia se ne sono viste molte. Ma oggettivamente nessuna del livello e dell’importanza, oltre che imponenza, dell'esposizione che si terrà dal 1° febbraio al 15 giugno 2014  a Forlì presso i Musei di San Domenico. La mostra, voluta dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, è nata con l'obiettivo di offrire per la prima volta al pubblico italiano ed internazionale la “grande mostra” sul Liberty. Indagandolo in modo non solo ampio ma senza restrizione di schemi: dalla ricerca dei modelli lontani, nel Rinascimento e in Botticelli in primis, ma anche inserendo il Liberty nei grandi movimenti europei del momento ed in particolare la Secessione viennese. ‎

A Forlì risponde Ferrara con un'altra grande mostra da non perdere. A Palazzo dei Diamanti dal 22 febbraio 15 giugno 2014 va in scena l'esposizione “Matisse, la figura, la forza della linea, l'emozione del colore” . Il genio di Matisse ha cambiato il corso dell’arte del Novecento, imprimendo la sua visione nuova ad ogni genere artistico. Nessuno di questi, però, l’ha affascinato quanto la rappresentazione della figura, soprattutto femminile, al punto da impegnarlo per l’intero arco della sua carriera in una ricerca incessante attraverso tutte le tecniche. Oltre cento dipinti, sculture e opere su carta racconteranno l’avventura creativa dell'Artista.

Un'esposizione unica nel suo genere è quella proposta da Ravenna dal titolo “L'incanto dell'affresco. Capolavori strappati da Pompei a Giotto, da Correggio a Tiepolo”, dal 16 febbraio al 15 giugno 2014 al Mar.
La mostra ripercorre la secolare storia e fortuna della pratica del distacco delle pitture murali, una storia del gusto, del collezionismo, del restauro, ma anche della tutela di quella parte fondamentale dell’antico patrimonio pittorico italiano, con  preziosi prestiti provenienti dall’Italia e dall’estero.

L'esposizione, curata da Claudio Spadoni e da Luca Ciancabilla, realizzata grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna, propone, insieme ad alcune fra le più belle pitture di Ercolano e Pompei, opere di Giotto, Pisanello, Andrea del Castagno, Bernardino Luini, Garofalo, Raffaello, Romanino, Correggio, Pontormo, Moretto, Niccolò dell’Abate, Pellegrino Tibaldi, Ludovico e Annibale Carracci, Guido Reni, Guercino, Tiepolo, solo per citare alcuni degli artisti protagonisti.

A Rovigo, al Palazzo Roverella, dal 22 febbraio al 21 giugno c'è "L'ossessione nordica. Boecklin, Klimt, Munch nella pittura italiana". La mostra approfondisce le influenze dei pittori nordici sui nostri artisti italiani, che li hanno conosciuti attraverso le prime Biennali Veneziane a cavallo tra Otto e Novecento. Si parlò di una Ossessione Nordica che imprigionò, mirabilmente, gli artisti attivi al di qua delle Alpi, influenzati fortemente, ciascuno secondo la sua sensibilità. Fu una meravigliosa epidemia che, come questa mostra spettacolarmente racconta, contagiò più di una generazione di artisti italiani, da De Chirico a De Carolis o De Maria. Sartorio, Morelli, Previati, Laurenti, Fortuny, Wolf Ferrari, tra i tanti.

Un'altra mostra da segnare sul calendario si tiene a Firenze dall’8 marzo al 20 luglio 2014. Palazzo Strozzi ospiterà l'esposizione “Pontormo e Rosso Fiorentino. Divergenti vie della "maniera" .
Un’esposizione dedicata all’opera del Pontormo e del Rosso Fiorentino, i pittori più anticonformisti e spregiudicati fra i protagonisti del nuovo modo di intendere l’arte in quella stagione del Cinquecento italiano che Giorgio Vasari chiama ‘maniera moderna’. Un evento irripetibile, unico, che vede riuniti per la prima volta i capolavori dei due artisti, provenienti dall’Italia e dall’estero, molti dei quali restaurati per l’occasione.

Clicca qui per conoscere le mostre ancora in corso e in calendario.

L.B.

Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Invalidità civile 2020: i nuovi importi

Pochi euro per tutti: è la situazione che molti affrontano da tempo, sebbene i trattamenti siano calcolati sui redditi dei singoli


Spese detraibili: dal 1° gennaio è cambiato il metodo di pagamento


Olimpiadi invernali: vince il Trofeo la provincia di Massa Carrara

Secondo posto per la squadra provinciale di Bergamo e terzo per Lucca


Incontri 50&Più in Sardegna

La grande festa de soci 50&Più quest’anno si tiene a Geremeas (Ca) dal 30 maggio al 28 giugno


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.