Cerca
Register   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


10
Il vero volto di MACHIAVELLI

Una mostra alla Biblioteca Centrale di Firenze racconta il Machiavelli storico con documenti inediti.



E’ stata inaugurata oggi l'esposizione La Via al Principe. Machiavelli da Firenze a San Casciano. La mostra presso la Biblioteca centrale di Firenze, fino al 22 febbraio 2014 presenta in maniera chiara e accessibile, anche ai non specialisti, il Machiavelli “storico”, per sfatare il Machiavelli “mitico”, fondato su una conoscenza arbitraria e spesso lacunosa della sua opera e della sua biografia.

L’esposizione, organizzata nell’ambito delle Celebrazioni del V Centenario del Principe, prende il via non a caso il 10 dicembre, infatti proprio in questo giorno nel 1513 Machiavelli scrisse la famosa lettera all’amico Francesco Vettori, ambasciatore della Repubblica fiorentina presso la corte pontificia di Papa Leone X. La lettera fu scritta durante il periodo d'esilio nella sua casa di campagna, l'Albergaccio, presso San Casciano. Nella missiva lo scrittore racconta delle sue giornate ed informa l’amico della stesura de Il Principe dedicato alla famiglia De Medici.

Nella mostra, articolata in nove sezioni lungo un percorso biografico e cronologico, si ricostruisce la figura di Machiavelli fino alla stesura de Il Principe: una biografia tortuosa per una vita difficile, dagli studi dell'infanzia, fino alla Segreteria della Repubblica, alla caduta in disgrazia, all'esilio di San Casciano e alla redazione de Il Principe. Grazie all’impressionante ricchezza di documentazione posseduta dagli Istituti fiorentini coinvolti nella mostra (dai documenti di cancelleria e registri dell'Archivio di Stato ai manoscritti e cinquecentine della Biblioteca Nazionale Centrale e delle altre importanti biblioteche fiorentine), la figura di Machiavelli esce dallo stereotipo e ritrova le ragioni storiche che ne hanno motivato l'agire, le contingenze sottese alla stesura della sua opera più celebre. Un Machiavelli finalmente non più machiavellico si riappropria della complessa profondità delle proprie azioni e del proprio pensiero, in un momento storico cardine per Firenze.

I visitatori, insieme al manoscritto autografo dell’Arte della guerra di Niccolò Machiavelli, ai carteggi del periodo del suo cancellierato e a molti altri capolavori, potranno ammirare la celeberrima Tavola Doria, il dipinto di derivazione leonardesca realizzato fra il 1503 e il 1504, ritrovato recentemente e per la prima volta esposto a Firenze, il poco noto ritratto di Machiavelli di mano di Ridolfo del Ghirlandaio e altri dipinti e materiali iconografici coevi.

L’esposizione della Tavola Doria può senza dubbio considerarsi un evento nell’evento: scomparso da decenni e dato per disperso, il dipinto, che raffigura una scena della battaglia di Anghiari e che alcuni studiosi hanno addirittura attribuito a Leonardo Da Vinci, è stato ritrovato in una stanza blindata di Ginevra nel maggio 2012 grazie al lavoro investigativo del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale e all’intervento della magistratura italiana e del Ministero dei Beni Culturali. Per accordi con il Museo Nazionale del Giappone, che l’aveva acquistato nel dopoguerra, l’opera si dovrà alternare fra Italia e Giappone, con scadenze pluriennali e quindi non sarà possibile rivederla sul suolo italiano prima di qualche anno.

Esporre la Tavola Doria all’interno di una mostra su Machiavelli significa, inoltre, riportarla al contesto storico in cui è nata e cioè la commessa di raffigurare uno degli episodi più gloriosi della storia della Signoria ovvero la vittoria della battaglia di Anghiari del 1440 sulle truppe di Filippo Maria Visconti, che Pier Soderini, gonfaloniere della Repubblica Fiorentina, aveva fatto a Leonardo Da Vinci nel 1503.


Per saperne di Più: www.bncf.firenze.sbn.it/
Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Invalidità civile 2020: i nuovi importi

Pochi euro per tutti: è la situazione che molti affrontano da tempo, sebbene i trattamenti siano calcolati sui redditi dei singoli


Spese detraibili: dal 1° gennaio è cambiato il metodo di pagamento


Olimpiadi invernali: vince il Trofeo la provincia di Massa Carrara

Secondo posto per la squadra provinciale di Bergamo e terzo per Lucca


Incontri 50&Più in Sardegna

La grande festa de soci 50&Più quest’anno si tiene a Geremeas (Ca) dal 30 maggio al 28 giugno


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.