Cerca
Register   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


29
MUNCH, l'artista ribelle

Una mostra a Palazzo Ducale di Genova, fino al 27 Aprile 2014, risveglia un mostro sacro dell’arte e della grafica nel 150° della sua nascita.


Un uomo di sconcertante modernità e una delle figure di maggiore spicco dell’Arte contemporanea: questo è stato Edward Munch (1863-1944). Per festeggiare il 150° anniversario della sua nascita, l’Italia gli rende omaggio con una retrospettiva che si chiude con l’ambiziosa esposizione Edward Munch.

Ambiziosa perché realizzare questa mostra, proprio nell’anno delle celebrazioni e con le difficoltà legate ai prestiti delle sue opere, è stato un miracolo. Una scommessa enorme, ma che è stata vinta con la concessione di opere straordinarie da parte dei più importanti collezionisti.

Pura avanguardia e autore dei sentimenti più oscuri, con il suo “urlo” Munch ha squarciato il velo artistico che ricopriva il periodo a cavallo fra Ottocento e Novecento, dipingendo sì ciò che vedeva ma rappresentando anche una nuova visione dell’arte.

Palazzo Ducale ne espone le opere più belle, amate e sofferte, ed è per questo che la mostra è un percorso artistico ed esistenziale che racconta il suo passaggio da un naturalismo di stampo impressionistico a una pittura che sconvolse l’Arte del XX secolo.

All’epoca fu considerato - artisticamente parlando - il contrario di tutto ciò che esisteva. In modo quasi anarchico, si mise in contrasto con l’impressionismo, il simbolismo, il naturalismo. Il tutto per inventarsi una forma di espressione in opposizione con ciò che era la regola sociale.

Negli anni Ottanta dell’Ottocento si accaniva sugli strati di colore, ne solcava la superficie pittorica o lasciava le tele esposte alla pioggia e alla neve, trasportava fotografie e fotogrammi di film muti nei dipinti e nei lavori grafici, sopprimendo i confini tra supporti e tecniche nelle incisioni, sculture e fotografie, come nei quadri, collage e film.

Divenne così “l’anello mancante”, quell’elemento che ha finito con l’unire artisti come Pablo Picasso, Georges Braque, Jean Dubuffet e Jackson Pollock nella storia del Modernismo. Da vedere, insomma, per capire il pensiero di un’epoca.

Per maggiori informazioni: http://www.palazzoducale.genova.it/

V.M.U.
Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Invalidità civile 2020: i nuovi importi

Pochi euro per tutti: è la situazione che molti affrontano da tempo, sebbene i trattamenti siano calcolati sui redditi dei singoli


Spese detraibili: dal 1° gennaio è cambiato il metodo di pagamento


Olimpiadi invernali: vince il Trofeo la provincia di Massa Carrara

Secondo posto per la squadra provinciale di Bergamo e terzo per Lucca


Incontri 50&Più in Sardegna

La grande festa de soci 50&Più quest’anno si tiene a Geremeas (Ca) dal 30 maggio al 28 giugno


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.