Cerca
Register   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


27
Tasse: pesano sul NATALE

"Per sette italiani su dieci sarà un Natale molto dimesso". "I consumi torneranno ai livelli del 2007 solo nel 2022". L’analisi di Confcommercio sul peso delle tasse sui consumi, l'ammontare delle tredicesime e la propensione alla spesa per il Natale.

Senza la seconda rata dell’Imu gli italiani avranno a disposizione per il Natale 18 euro in più rispetto al 2012. I calcoli li ha fatti l’Ufficio Studi di Confcommercio. Pochi euro che non bastano a incrementare i consumi. Questo Natale sarà molto dimesso.

L’indagine, sul peso delle tasse sui consumi, l'ammontare delle tredicesime e la propensione alla spesa per il Natale, è stata illustrata dal responsabile dell'Ufficio Studi di Confcommercio, Mariano Bella. "Siamo in una situazione di totale incertezza fiscale - ha esordito Bella – perché non sappiamo quante coperture verranno trovate per l'auspicata cancellazione della seconda rata dell'Imu sulla prima casa ma anche sulla cancellazione della prima rata e non sappiamo come la Commissione Europea valuterà la Legge di Stabilità.

Questo è dunque l'ambito nel quale noi cerchiamo di fare qualche valutazione economica sul Natale". "Il reddito disponibile delle famiglie italiane è tornato al livello del 1986 mentre i consumi sono simili a quelli del 1996-1998". "Un aspetto che vorrei sottolineare - ha aggiunto Bella - è che per quanto ci sia una totale incertezza fiscale, le famiglie sentono che non si sta aprendo una stagione di riduzione delle tasse.

Sappiamo che la pressione fiscale rimarrà invariata fino al 2016 e dunque non ci si può certo aspettare una ripresa dei consumi".

Consumi che secondo Confcommercio, basandosi sulle stime del Governo che stimano una crescita dei consumi reali nel 2015, dell'1,1%, nel 2016 dell'1,5%, nel 2017 dell'1,8%, torneranno ai livelli del 2007 solo nel 2022. Entrando nel dettaglio dell'analisi sui consumi di Natale, Bella ha evidenziato che "il 69,3% degli italiani prevede un Natale 2013 molto dimesso. Si tratta di una percentuale che è all'incirca il doppio di quella registrata nel 2009 (33,7%)". Tuttavia, l'85,8% degli italiani non rinuncerà al rito del regalo. Inoltre, per le prossime festività, Confcommercio stima che senza la seconda rata dell'Imu gli italiani avranno a disposizione 18 euro in più rispetto al 2012, considerando la tredicesima netta di dipendenti e pensionati.
"Con l'ipotesi che tutto vada bene - ha osservato Bella - se cioè la seconda rata Imu non sarà pagata nel 2013, ci saranno risorse leggermente superiori. Questo incremento riguarda tuttavia le 22 milioni di famiglie che avranno a disposizione la tredicesima, mentre crescono le famiglie con disoccupati".

www.confcommercio.it
Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Invalidità civile 2020: i nuovi importi

Pochi euro per tutti: è la situazione che molti affrontano da tempo, sebbene i trattamenti siano calcolati sui redditi dei singoli


Spese detraibili: dal 1° gennaio è cambiato il metodo di pagamento


Olimpiadi invernali: vince il Trofeo la provincia di Massa Carrara

Secondo posto per la squadra provinciale di Bergamo e terzo per Lucca


Incontri 50&Più in Sardegna

La grande festa de soci 50&Più quest’anno si tiene a Geremeas (Ca) dal 30 maggio al 28 giugno


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.