Cerca
Registrazione   |  Login
Pause
Percorso di navigazione > Home > Notizie


22
E’ possibile revocare la cedolare secca già nel primo mese dell'opzione?

E’ possibile revocare la cedolare secca già nel primo mese dell'opzione?

Risposta a cura di 50&PiùCaaf


DOMANDA
: E’ possibile revocare la cedolare secca già nel primo mese dell'opzione?

Grazie


   


RISPOSTA
: Con il provvedimento del 7 aprile 2011 il direttore dell’Agenzia delle Entrate ha stabilito che il locatore ha la facoltà di revocare l’opzione della cedolare secca in ciascuna annualità contrattuale successiva a quella in cui questa è stata esercitata.

La circolare n. 20/E del 4 giugno 2012 ha successivamente precisato che l’Ufficio considera valida la revoca effettuata in carta libera, debitamente sottoscritta e contenente i dati necessari ad identificare il contratto e le parti, o quella effettuata con il modello 69 utilizzato come schema di richiesta della revoca (si ritiene comunque opportuno presentare sempre il Modello 69).

Pur non essendo formalmente prevista alcuna forma di comunicazione della revoca dell’opzione già esercitata, è importante che il locatore comunichi la revoca esercitata al conduttore, responsabile solidale del pagamento dell’imposta di registro.

Detta comunicazione, peraltro, interessa anche il locatore perché a decorrere dall’annualità della revoca viene meno la rinuncia agli aggiornamenti del canone di locazione.

In conclusione, nel caso da lei prospettato, si ritiene non sia possibile dopo solo un mese recedere dall’opzione per la cedolare secca.  Se ad esempio, avesse stipulato un contratto dal 01/01/2013 al 31/12/2017 l’annualità contrattuale avrebbe scadenza il 31/12 di ogni anno. Di conseguenza, nel suddetto esempio, avrebbe potuto recedere dalla cedolare solo dopo il 31/12/2013 ed entro il termine previsto per il pagamento dell’imposta di registro relativa all’annualità di riferimento (30 giorni dalla scadenza di quella precedente). Avendo rinunciato alla “cedolare secca” andrà contestualmente versata anche l’imposta di registro.
Resta salva la facoltà di esercitare l’opzione nelle annualità successive.


Cosa c’è da sapere…

L'articolo 3, comma 2, del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23, dispone che, a decorrere dal 2011, il canone di locazione relativo ai contratti aventi ad oggetto immobili ad uso abitativo e le relative pertinenze, locati a persone fisiche, può essere assoggettato, in base alla decisione del locatore all’imposta cosiddetta “cedolare secca”.

Sul canone di locazione annuo stabilito dalle parti la cedolare secca si applica in ragione di un'aliquota del 21%  mentre per i contratti concordati, il recente articolo 4 del decreto legge 31 agosto 2013, n. 102, ha disposto la riduzione dell'aliquota dal 19 al 15% con effetto dal 2013 (sarà quindi possibile beneficiare della stessa in sede della prossima dichiarazione dei redditi 730/2014 o Unico 2014).

Per esercitare l’opzione il locatore dovrà aver assolto ai seguenti obblighi:

a) Comunicare la scelta del regime della cedolare secca e la rinuncia agli aggiornamenti al canone dovuti a qualsiasi titolo, incluso l’adeguamento Istat, mediante Raccomandata spedita dal locatore al conduttore anteriormente all’esercizio dell’opzione (cioè prima della registrazione del contratto). L’opzione deve essere esercitata da tutti i locatori ed in caso di più conduttori, la Circolare 26/2011 precisa che l’opzione va comunicata a ciascuno di essi. Solo se nel contratto di locazione, registrato all’Agenzia delle Entrate, è espressamente prevista l’opzione per la cedolare e la rinuncia agli aggiornamenti contrattuali non è necessario l’invio della Raccomandata all’inquilino.

b) Registrare del contratto di locazione entro 30 giorni dalla data della stipula (ovvero dalla data di decorrenza del contratto se anteriore a quella della stipula) tramite la presentazione del modello 69 in via cartacea all’Agenzia delle Entrate oppure del modello “Siria” in via telematica.


Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono:
Cinzia Calabrese, Marco Chiudioni, Ada Martino, Romeo Melucci.

Questa rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 750.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede a te più vicina.

Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Nuova sede del Patronato 50&PiùEnasco in Canada

Con l’ufficio di Mississauga, salgono a 12 le sedi distribuite sul territorio canadese


Quota 100: vecchie e nuove regole?

Al momento non ci sono precise indicazioni sul destino di Quota 100. E il cantiere pensioni resta aperto con la scritta “lavori in corso”


Olimpiadi 50&Più: tutte le classifiche

Le discipline, le coppe e le medaglie dell'unico evento sportivo dedicato agli over 50. Video


Lecce vince il Trofeo delle Olimpiadi di 50&Più

Al 2° posto Lodi e al 3° Venezia. A Lecce anche l'assoluto maschile. Belluno primeggia nella classifica femminile


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.