Cerca
Register   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


20
All’ESTERO senza  l’incubo della bolletta

Da un anno l’Ue ha ottenuto prezzi unificati dagli operatori telefonici che dal 1° luglio si abbasseranno ancora. Ma cosa succede se si viaggia nei Paesi extra-Ue? Gli accorgimenti da mettere in campo per viaggiare sereni e senza sorprese.



Articolo tratto dalla Rivista 50&Più, numero di giugno.

di Luisella Berti

Chiamare e navigare in internet quando si è in vacanza all’estero può diventare un salasso. Per evitare che la propria ricarica telefonica si svuoti all’istante o trovare al ritorno una bolletta salata, prima di partire è necessario adottare alcune precauzioni. Semplici accorgimenti, ma indispensabili per limitare i costi del servizio di roaming internazionale, necessario per inviare e ricevere sms o mms, per navigare in internet o accedere agli altri servizi di telefonia. Per evitare brutte sorprese abbiamo chiesto alcuni consigli a Pietro Giordano, presidente di Adiconsum (www.adiconsum.it).

 «Innanzitutto, occorre distinguere se il viaggio è all’interno dell’Unione Europea o fuori dai confini dell’Ue perché le condizioni cambiano completamente», precisa Giordano. «Già da un anno - prosegue - in Europa vige la soglia di spesa di 50 euro. Una volta raggiunto questo limite, l’utente riceve un sms di segnalazione e può decidere, secondo le necessità, di innalzarlo. Il tetto di spesa può essere modificato anche prima della partenza rivolgendosi al proprio operatore telefonico oppure provvedendo da sé collegandosi alla pagina di gestione del proprio traffico e numero telefonico». A questo punto una precisazione è d’obbligo: «È bene chiarire che il messaggio sul limite di spesa di 50 euro lo si riceve solo se si è all’estero. Non c’è nessun avviso se si è in Italia, pertanto se il telefonino va in roaming, l’extra-costo è addebitato automaticamente. 

Quali sono le tariffe unificate all’interno dell’Ue? 
Sono abbastanza ragionevoli e dal 1° luglio di quest’anno avremo un ulteriore abbassamento. Allo stato attuale sono: 9 centesimi per sms, 8 centesimi al minuto per le chiamate ricevute dall’Italia e 29 centesimi al minuto per quelle effettuate dall’estero. Queste tariffe dal 1° luglio cambieranno così: 8 centesimi per sms, 7 centesimi al minuto per le chiamate in entrata e 24 centesimi al minuto per le chiamate in uscita. Un’ulteriore riduzione ci sarà dal 1° luglio 2014. Queste tariffe sono Iva esclusa. 

Per navigare in internet, invece?
Fino al 30 giugno pagheremo 70 centesimi al Mb, dal 1° luglio si scende a 45 centesimi. Una diminuzione sostanziale. Attenzione però ai telefonini di nuova generazione, Smartphone e Iphone, perché sono perennemente connessi. Il consiglio è di disattivare il roaming dati (non quello della telefonia, altrimenti non siamo raggiungibili) sia in Italia sia all’estero e di utilizzarlo solo all’occorrenza ricordandoci, poi, di disattivarlo. All’estero il wi-fi gratuito è molto diffuso, quindi approfittiamone.  

Quando si è fuori dai confini dell’Ue, come bisogna regolarsi?
In questo caso, non possiamo contare su nessun sms di avviso sul limite di spesa. Se abbiamo un servizio di abbonamento a casa rischiamo di trovare bollette astronomiche, se abbiamo una ricarica dobbiamo sapere che non tutti gli operatori hanno la capacità di inibire l’uso della scheda quando il traffico si è esaurito. Quindi, la somma in più spesa all’estero viene decurtata con la prossima ricarica fatta in Italia. Quando si viaggia fuori dall’Unione Europea è bene rivolgersi innanzitutto al proprio operatore telefonico per conoscere le tariffe applicate. Queste variano secondo gli accordi di reciprocità che ogni operatore stipula con la compagnia della nazione estera. Se si prevede una permanenza di almeno 10-15 giorni può essere conveniente acquistare una sim ricaricabile da una compagnia del posto. Ad ogni modo il consiglio è di utilizzare al minimo il telefono per chiamare e navigare. Approfittare del wi-fi libero e usare sistemi alternativi e gratuiti di comunicazione come Skype e WhatsApp. Infine, è importante avere una certa dimestichezza con i telefoni di ultima generazione. Figli e nipoti possono dare piccole lezioni ai nonni per spiegarne le funzionalità, specie in vista di una vacanza all’estero. Un ultimo suggerimento: quando si viaggia in aereo può capitare che la disattivazione del roaming dati fatta prima di partire si disattivi una volta riacceso il telefono all’arrivo. Quindi, verificarne lo stato e se è attivo disattivarlo nuovamente. Questo evita di rimanere connessi per tutta la vacanza, pur senza volerlo, e di pagare un conto molto salato.

Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Invalidità civile 2020: i nuovi importi

Pochi euro per tutti: è la situazione che molti affrontano da tempo, sebbene i trattamenti siano calcolati sui redditi dei singoli


Spese detraibili: dal 1° gennaio è cambiato il metodo di pagamento


Olimpiadi invernali: vince il Trofeo la provincia di Massa Carrara

Secondo posto per la squadra provinciale di Bergamo e terzo per Lucca


Incontri 50&Più in Sardegna

La grande festa de soci 50&Più quest’anno si tiene a Geremeas (Ca) dal 30 maggio al 28 giugno


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.