Cerca
Registrazione   |  Login
Pause
Percorso di navigazione > Home > Notizie


31
Dichiarazione dei redditi: "Non mi hanno certificato le ritenute d'acconto, come recuperarle?"

Dichiarazione dei redditi: "Non mi hanno certificato le ritenute d'acconto, come recuperarle?"
 
Risposta a cura di 50&PiùCaaf


DOMANDA: ho percepito alcuni compensi per un lavoro occasionale da una società, poi, fallita  dalla quale non ho ottenuto alcun documento che dimostri  la ritenuta d’acconto che è stata effettuata sui compensi a me pagati. In un altro caso, poi, a fronte dell’attività svolta lo scorso anno, il pagamento è avvenuto nel 2013. Come debbo regolarmi ai fini della dichiarazione dei redditi e per poter  recuperare le somme che mi sono state trattenute a titolo di ritenuta d’acconto ? Il problema è che non vorrei dover pagare le tasse due volte.


   


RISPOSTA:
i redditi delle persone fisiche sono tassati generalmente secondo il criterio di cassa (in pratica nell’anno in cui è avvenuto il pagamento). Questo criterio si applica anche nel suo caso e cioè per i compensi derivanti da attività di lavoro autonomo non abituale che, pertanto, debbono essere dichiarati nella dichiarazione presentata nell’anno successivo.

Di conseguenza nel 2013 dovrà presentare dichiarazione dei redditi per i compensi percepiti nell’anno 2012 e nel 2014 dovrà dichiarare quelli percepiti nel corrente anno.

In riferimento alle ritenute d’acconto che la Società ha effettuato sui suoi compensi all’atto del pagamento sorge l’obbligo, da parte di quest’ultima, di attestarli mediante una certificazione da consegnare entro il 28 febbraio dell’anno successivo.
Da quanto scrive non ha ricevuto alcuna certificazione e, di conseguenza, si pone il problema di come recuperare le ritenute che le sono state effettuate.

A riguardo la Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 68/E del 2009 ha precisato che il contribuente, in caso di mancato rilascio della certificazione delle ritenute d'acconto operate, sarebbe "… comunque legittimato allo scomputo delle ritenute subite, a condizione che sia in grado di documentare l’effettivo assoggettamento a ritenuta tramite esibizione congiunta della fattura e della relativa documentazione, proveniente da banche o altri intermediari finanziari, idonea a comprovare l’importo del compenso netto effettivamente percepito, al netto della ritenuta, così come risulta dalla predetta fattura. Nell’ipotesi in cui fattura e documentazione siano prodotte in sede di controllo alle stesse andrà, inoltre, allegata una dichiarazione sostitutiva di atto notorio…”

In pratica se lei è in possesso della documentazione su indicata, in conformità alla predetta Risoluzione, si ritiene sia possibile recuperare le ritenute subite e non certificate in sede di presentazione di dichiarazione dei redditi (Modello Unico persone fisiche),

Tuttavia, vi è anche la possibilità che le ritenute operate non siano state poi versate all'erario da parte del sostituto ed inoltre che lo stesso non abbia nemmeno presentato la relativa dichiarazione di sua competenza. In tal caso c’è anche il rischio che l’Agenzia delle Entrate sollevi delle eccezioni e non riconosca il credito per le ritenute d’acconto esposte nel suo Modello Unico.

Cosa c’è da sapere…

Le ritenute alla fonte colpiscono alcuni redditi (di lavoro dipendente, di pensione, di lavoro autonomo, ecc.) e sono operate all’atto del pagamento da parte dei soggetti tassativamente indicati dalla legge (società di capitali, enti pubblici e privati, persone fisiche che esercitino attività d’impresa o professionale, ecc.).
I soggetti coinvolti sono il “sostituto d’imposta”, che eroga il reddito soggetto a ritenuta e che deve versarla all’erario, e colui che ha fornito la prestazione lavorativa (“sostituito”).

Le ritenute possono essere effettuate:
  • a titolo “d’acconto”
  • a titolo “d’imposta”
Nel primo caso (a titolo “d’acconto”) essa costituisce un’anticipazione del tributo dovuto dal “sostituito” , che dovrà pertanto indicare il relativo reddito nella propria dichiarazione, calcolare l’imposta globale dovuta, scomputando da essa l’ammontare delle ritenute subite.

Nel secondo caso (a titolo “d’imposta”) il relativo reddito non dovrà essere dichiarato in quanto, in via generale, la ritenuta operata è a titolo definitivo ed estingue l’obbligazione tributaria (ad esempio le somme incassate come capitale a seguito del riscatto del fondo per pensionamento che subiscono, al momento della liquidazione, una ritenuta a titolo d'imposta del 23%).


Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono:
Cinzia Calabrese, Marco Chiudioni, Ada Martino, Romeo Melucci.

Questa rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 750.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede a te più vicina.

Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Quota 100: vecchie e nuove regole?

Al momento non ci sono precise indicazioni sul destino di Quota 100. E il cantiere pensioni resta aperto con la scritta “lavori in corso”


Olimpiadi 50&Più: tutte le classifiche

Le discipline, le coppe e le medaglie dell'unico evento sportivo dedicato agli over 50. Video


Lecce vince il Trofeo delle Olimpiadi di 50&Più

Al 2° posto Lodi e al 3° Venezia. A Lecce anche l'assoluto maschile. Belluno primeggia nella classifica femminile


Il Patronato 50&PiùEnasco è operativo anche in Spagna

Aperta la sede a Valencia per assistere gli italiani che vivono nella Comunidad Valenciana


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.