Cerca
Register   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


30
MINORI: la vita vera e quella virtuale

Anima e byte. Media, valori e nuove generazioni. Il nuovo libro della sociologa Elisa Manna.

Siamo consapevoli dell’impatto che i mezzi di comunicazione di massa hanno sulla formazione delle nuove generazioni? E a chi si rivolgono oggi i minori per imparare a vivere? Alla famiglia, alla scuola, alla parrocchia, oppure ormai i media li hanno persuasi che la vita vera è quella rappresentata dallo schermo di un computer o dalla Tv?

La  rapida evoluzione dei sistemi di comunicazione di massa ha portato indubbi vantaggi per tutti a livello di circolazione delle idee, di informazione e di partecipazione. Gli adolescenti di oggi sono nativi digitali, ma la loro dimestichezza con l’uso della tecnologia non è sufficiente a renderli critici sul mondo che li circonda e sul loro modo di guardare alla vita secondo una scala di principi, di regole e valori indispensabili per diventare cittadini di domani, consapevoli e non pervasi da una cultura superficiale e omologante.

C’è però un'altra domanda che necessita una risposta dal profondo. Gli adulti di oggi come possono accompagnare i minori ad affacciarsi alla vita vera? Innanzitutto essi stessi devono essere consapevoli di questo processo di capovolgimento di valori che sta modificando i punti di riferimento dei nostri ragazzi e del loro modo di guardare alla vita. Anima e Byte. Media, valori e nuove generazioni (Paoline; 110 pagine; 10,50 euro) è il nuovo libro della sociologa Elisa Manna, responsabile per la Fondazione Censis del Settore Politiche Culturali.

Nel libro emergono alcune tendenze negative sulla concezione della vita dei giovani rispetto ai messaggi veicolati dai media. E gli esempi non mancano: consumismo, banalizzazione dei sentimenti, paura, indifferenza e diffidenza sociale, impoverimento linguistico nei processi di apprendimento, intolleranza, aggressività, concezione oggettivistica della donna.  Tali effetti sono individuati in base ai risultati dello straordinario patrimonio scientifico internazionale sul tema monitorato dall’Autrice nel corso di tre decadi (il primo libro dedicato all’argomento è del 1982, Età evolutiva e televisione, ERI; l’ultimo impegno istituzionale è stato il Libro Bianco Media e minori, realizzato al Censis per l’Agcom).

Il volume non è un manuale, è un libro che in forma leggera – ma mai superficiale – intende proporre una critica costruttiva al modello culturale veicolato dai media. Soprattutto, ha l’obiettivo di accrescere la consapevolezza diffusa di genitori e insegnanti sugli effetti che il mondo mediatico ha nel profondo, nell’anima, delle nuove generazioni.

Scrive nella presentazione il presidente Censis Giuseppe De Rita: “La lunga esperienza viene a Elisa Manna dal fatto di essere stata tra i primi ricercatori in Italia a occuparsi seriamente dei problemi analizzati, monitorando costantemente nel corso degli anni la produzione scientifica sugli effetti dei media, e confrontandosi con esperti e centri di ricerca di vari Paesi”.

Chi è l’Autrice

Elisa Manna è responsabile per la Fondazione Censis del Settore Politiche Culturali. Già Vicepresidente del Comitato media e minori (fino al 2011) è attualmente Vicepresidente del Consiglio Nazionale degli Utenti (Agcom). Fa parte del Consiglio pastorale della diocesi di Roma. Ha diretto numerose ricerche nel campo dei media e delle politiche culturali e pubblicato diversi studi e approfondimenti.





L.B.
Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Invalidità civile 2020: i nuovi importi

Pochi euro per tutti: è la situazione che molti affrontano da tempo, sebbene i trattamenti siano calcolati sui redditi dei singoli


Spese detraibili: dal 1° gennaio è cambiato il metodo di pagamento


Olimpiadi invernali: vince il Trofeo la provincia di Massa Carrara

Secondo posto per la squadra provinciale di Bergamo e terzo per Lucca


Incontri 50&Più in Sardegna

La grande festa de soci 50&Più quest’anno si tiene a Geremeas (Ca) dal 30 maggio al 28 giugno


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.