Cerca
Registrazione   |  Login
Pause
Percorso di navigazione > Home > Notizie


27
Imu: ho diritto alle agevolazioni prima casa se mi trasferisco in un immobile in locazione?

Imu: ho diritto alle agevolazioni prima casa se mi trasferisco in un immobile in locazione?
 
Risposta a cura di 50&PiùCaaf


DOMANDA: sono proprietario di un immobile (unica proprietà/prima casa). Per questioni familiari sono stato costretto a trasferirmi in un altro immobile, in affitto. Il proprietario di casa mi ha obbligato a portare la residenza nella casa dove vivo in affitto, in quanto lui beneficia di un'aliquota IMU più favorevole. Non riuscendo a vendere l'immobile di mia proprietà - Sarzana (SP) - l'ho affittato: ho dovuto pagare l'IMU per questa mia unica proprietà secondo l'aliquota "seconda casa" in quanto, mi è stato detto, che occorre essere residente per poter beneficiare dell'aliquota "prima casa". E' corretto? Inoltre il Comune di Sarzana non prevede aliquote “seconda casa” scontate in caso di appartamenti affittati a residenti.


   


RISPOSTA:
L’art. 13 del D.L. 201/2011 prevede espressamente che le agevolazioni previste per l’abitazione principale (aliquota ridotta e detrazione) spettano esclusivamente a coloro che “dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente nell’immobile”.
Il Legislatore in pratica evidenzia due concetti fondamentali: quello dell’unica unità immobiliare e quello della dimora abituale e residenza anagrafica del possessore.
Nel suo specifico caso, quindi, da quanto scrive, essendo residente e domiciliato in un altro immobile per quello di sua proprietà non le spettano le agevolazione riservate all’abitazione principale.
Tra l’altro, poiché per godere delle predette agevolazioni è necessario il doppio requisito  della “residenza anagrafica” e della “dimora”, anche nel caso in cui lei non avesse trasferito la sua residenza nell’immobile dove attualmente vive (quello detenuto in locazione) di fatto non poteva comunque godere delle predette agevolazioni mancando il requisito della “dimora”.
Per quanto riguarda gli altri immobili che non costituiscono la cosiddetta “prima casa” sono soggetti ad aliquota ordinaria dello 0,76%. Il singolo Comune, in ossequio alle disposizioni dell’art. 13 del D.L. 201/2011, può aumentare o diminuire la suddetta aliquota fino a 0,3 punti percentuali ed inoltre può differenziarla per talune particolari fattispecie concedendo, ad esempio, delle aliquote ridotte per gli immobili detenuti in locazione o quelli concesso in uso gratuito a familiari. Come detto tale facoltà è lasciata ad ogni singolo Comune che può deliberare in maniera autonoma e indipendente in ossequio alle disposizioni del citato Decreto.

Cosa c’è da sapere…

L’articolo 1 del D.L. 21 maggio 2013 n. 54 ha stabilito la sospensione del versamento della prima rata Imu, attualmente in scadenza al 17 giugno 2013, per i seguenti immobili:
a) Abitazione principale e relative pertinenze ad esclusione di quelle classificabili nelle categorie catastali A/1 (abitazioni di tipo signorile), A/8 (abitazioni in ville), A/9 (Castelli, palazzi di eminenti pregi artistici o storici). Ai fini della corretta definizione di “pertinenza”, poiché il decreto richiama l’art. 13 del DL 201/2011, la sospensione si ritiene applicabile,  alle sole pertinenze classificate nelle categorie catastali C/2, C/6, C/7 (nella misura massima di una per ciascuna categoria  e anche se classificate in catasto unitamente all’unità ad uso abitativo).
b) Fabbricati rurali e terreni agricoli (le aree fabbricabili non rientrano nella sospensione);
c) Unità immobiliari  appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa adibite ad abitazione principale dei soci assegnatari e quelle di proprietà degli Istituti autonomi per le case popolari (ex IACP) regolarmente assegnate.

Per questi immobili, ad oggi,  la “sospensione” della prima rata  è solo temporanea. Il Decreto, infatti, prevede che in caso di mancata adozione entro il prossimo 31 agosto di una riforma della disciplina fiscale sul patrimonio immobiliare il versamento della rata del prossimo 17 giugno dovrà essere effettuato entro il 16 settembre 2013.


Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono:
Cinzia Calabrese, Marco Chiudioni, Ada Martino, Romeo Melucci.

Questa rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 750.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede a te più vicina.

Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Quota 100: vecchie e nuove regole?

Al momento non ci sono precise indicazioni sul destino di Quota 100. E il cantiere pensioni resta aperto con la scritta “lavori in corso”


Olimpiadi 50&Più: tutte le classifiche

Le discipline, le coppe e le medaglie dell'unico evento sportivo dedicato agli over 50. Video


Lecce vince il Trofeo delle Olimpiadi di 50&Più

Al 2° posto Lodi e al 3° Venezia. A Lecce anche l'assoluto maschile. Belluno primeggia nella classifica femminile


Il Patronato 50&PiùEnasco è operativo anche in Spagna

Aperta la sede a Valencia per assistere gli italiani che vivono nella Comunidad Valenciana


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.