Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


04
TARES: prima rata a maggio

Il pagamento della nuova tassa sui rifiuti inizierà dal prossimo mese, ma i 30 centesimi in più al metro quadro previsti verranno applicati solo da dicembre.



Il pagamento della Tares, la nuova tassa sui rifiuti, inizierà dal prossimo mese di maggio senza la maggiorazione di 30 centesimi in più al metro quadro che, invece, si pagherà a dicembre. Lo ha riferito il presidente dell'Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani), Graziano Delrio, dopo un incontro con il governo precisando che la maggiorazione di 0,30 euro a dicembre ''andrà direttamente allo Stato''. Grazie a questo accordo, ''eviteremo il deficit di liquidità - ha spiegato Delrio - che avrebbe creato grossi problemi alle imprese del trattamento rifiuti''. Le scadenze per il pagamento della Tares dovrebbero essere a maggio, settembre e dicembre.

La Tares sostituisce la vecchie imposte sul pattume (Tarsu e Tia). Con la tassa si dovranno coprire interamente il costi del servizio di raccolta, mentre la maggiorazione di 0,30 euro al metro quadro, va a finanziare i servizi indivisibili comunali, come l'illuminazione e  la manutenzione delle strade.

La sola componente servizi “rappresenta un aggravio di oltre 1 miliardo di euro per famiglie e imprese e che è già in parte ricompresa dalle voci servizi indivisibili presenti nell'IMU. Cittadini e imprese finirebbero per pagare due volte, sulla stessa base imponibile, gli stessi servizi che anche l'imposta sul mattone è chiamata a finanziare". E' la posizione di Confcommercio riguardo la nuova imposta sui rifiuti. "Occorre - prosegue la Confederazione - aprire un tavolo tecnico di lavoro, partecipato dalle principali associazioni di categoria, con il compito di ridefinire la struttura complessiva del sistema tariffario e di individuare nuovi coefficienti che rappresentino al meglio la reale produzione di rifiuti delle varie categorie economiche. L'attuale sistema, infatti, se non prorogato e completamente rivisto, determinerà un aumento spropositato delle tariffe sui rifiuti".

Da un'elaborazione di Confcommercio emerge che l'applicazione della Tares comporterà un incremento medio dei costi per il servizio urbano dei rifiuti del 290% e per alcune tipologie di attività incrementi medi superiori al 400%, come per la ristorazione, o addirittura al 600%, come per l'ortofrutta e le discoteche.

L.B.

Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Incontri 50&Più in Sardegna

La grande festa de soci 50&Più quest’anno si tiene a Geremeas (Ca) dal 30 maggio al 28 giugno


Pensione 2020: vecchie e nuove regole

Cercando di fornire risposte semplici, vediamo di chiarire cosa cambierà in tema di pensioni nel corso dell'anno entrante


Pensioni: sempre più magre dal 2020

Il nuovo anno non prevede alcuna grande novità per gli importi in pagamento, se non rivalutazioni assai modeste


50&Più: tornano le Olimpiadi invernali

Appuntamento dal 19 al 26 gennaio a San Sicario (TO), nel comprensorio sciistico della Via Lattea


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.