Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Fisco

In Primo piano

Se i lavori di ristrutturazione straordinaria sono terminati, si ha diritto alla detrazione del 50% del bonus arredi?


CONSUMI: l'aumento non c'è

Nessuna variazione tra maggio e giugno delle vendite al dettaglio. Si salvano solo i discount


La FIDUCIA dei consumatori peggiora

Istat: preoccupa la situazione economica del Paese e si teme un aumento della disoccupazione


La stretta del CREDITO non allenta

Confcommercio: l'accesso al credito si conferma difficoltoso, costoso e limitato specie nel Mezzogiorno


MONETA elettronica meglio dei contanti

E' sempre più utilizzata dagli italiani. In calo le clonazioni ma aumentano le frodi su Internet


Ristrutturazioni: occorre comunicare all'Agenzia delle Entrate la prosecuzione dei lavori oltre l'anno d'imposta?


TASSE: Italia record mondiale

Con il 53,2% il Belpaese supera i paesi più tartassati d’Europa, come la Danimarca che si ferma la 51,3%


Equitalia: riscossi oltre 3,7 MILIARDI

Il dato riguarda i primi 6 mesi dell'anno. Per la rateazione-bis c’è tempo fino al 31 luglio


Vendite al DETTAGLIO in calo

Meno consumi per alimenti, telefonia, cartoleria, giornali e riviste. Discount segnali positivi


E' possibile detrarre l'affitto dalla dichiarazione dei redditi? Sì purché il contratto sia regolarmente registrato


Archivio News



*Sconto ai soci sulla tariffa applicata dall'ufficio 50&Più.
Clicca qui per conoscere la sede a te più vicina.

Per usufruire degli SCONTI sui nostri servizi
scopri come diventare socio 50&Più.



50&Piu'Caaf

Centro Autorizzato di Assistenza Fiscale

50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali.  E' scelto ogni anno da oltre 750.000 lavoratori e pensionati.

Oltre che per gli adempimenti che il Fisco richiede durante l’anno (Mod. 730, Mod. Unico PF, Successioni, IMU) 50&Più Caaf fornisce assistenza e consulenza anche nel campo delle agevolazioni sociali (Mod. Red, Mod. Detrazioni, Attestazione ISEE ed ISEU, ICRIC, ICLAV, ACCAS/PS).


730 - Unico PF
50&PiùCaaf offre assistenza alla corretta compilazione della dichiarazione dei redditi, elaborazione e trasmissione del modello all’Agenzia delle Entrate e, nel caso del 730, si occupa anche della comunicazione al datore di lavoro del risultato finale della dichiarazione stessa.


IMU
Contestualmente alla dichiarazione 730 e Unico PF è possibile ottenere gli F24 per il pagamento dell’IMU, nonché l’assistenza per tutti gli adempimenti relativi.


Mod. RED
E’ la dichiarazione che tutti gli anni devono presentare i pensionati che, oltre alla pensione, usufruiscono delle prestazioni previdenziali ed integrative collegate al reddito (assegno sociale, pensione ai superstiti, assegno di invalidità, ecc). Se la situazione reddituale del pensionato e dei familiari è stata dichiarata integralmente al fisco, mediante il mod. 730 o  UNICO, non è necessario presentare nessuna dichiarazione. Per presentare il mod. Red occorrono: lettera INPS con il codice a barre allegato; in casi di pensioni estere e/o redditi esenti da IRPEF le certificazioni relative; eventuali mod. 730/Unico 2011; fotocopia documento di identità, certificato catastale per la casa di abitazione.


Mod. DETR
50&PiùCaaf provvede all'elaborazione ed invio agli Enti Previdenziali delle dichiarazioni dei pensionati ai fini del riconoscimento delle detrazioni di imposta per i familiari a carico. Il servizio è gratuito.


ISE/E e ISEEU
I nuovi interventi sociali a sostegno delle famiglie e dei pensionati economicamente più deboli hanno modalità di richiesta complesse. Attestazioni ISEE e ISEEU sono necessarie per usufruire di prestazioni sociali agevolate come: Assegno di maternità; assegno per il nucleo familiare con 3 figli minori, Agevolazioni per servizi di pubblica utilità (bonus gas ed energia, telefono); Fondo sostegno affitti; Asilo nido e altri servizi educativi per l’infanzia; prestazioni per il diritto allo studio universitario, servizi socio sanitari e assistenza domiciliare, diurni e residenziali, social card, e tutti gli altri benefici previsti dal comune, provincia o regione di competenza. Per ottenerla è necessario presentare la seguente documentazione. (dichiarazione dei redditi di tutti i componenti del nucleo familiare, e, ove presente, la documentazione relativa al patrimonio mobiliare e immobiliare, i contratti di locazione, il capitale residuo mutuo prima casa e la certificazione sanitaria se disabile).



Successioni
Entro un anno dall’evento va presentata, in presenza di immobili di proprietà del deceduto, la dichiarazione di successione che può essere consegnata anche da uno solo degli eredi, ed ha effetto per tutti gli altri. Sono necessari per la compilazione: il certificato di morte, lo stato di famiglia del defunto relativo al momento del decesso, i codici fiscali del defunto e degli eredi, in caso di eredi pre morti, le loro informazioni anagrafiche nonché i dati relativi agli eredi subentranti, atti di provenienza degli immobili, atti di donazioni fatti in vita dal defunto agli eredi, documentazione catastale, se esiste, il testamento. Occorre inoltre presentare la certificazione della banca/poste che attesta, al momento della dipartita, la consistenza dei conti correnti del deceduto, Nelle nostre sedi si provvederà alla compilazione delle dichiarazioni determinazione delle imposte ipotecarie e catastali e alle domande di volture catastali, trasmissione dei dati agli enti pensionisitici convenzionati.


ICRIC, ICLAV, ACCAS/PS
50&PiùCaaf fornisce assistenza nella compilazione e trasmissione delle dichiarazioni ICRIC – ICLAV – ACCAS/PS, necessarie per mantenere il diritto a ricevere l’assegno di accompagno, di frequenza, l’assegno sociale o la pensione sociale. Il servizio è gratuito.

Sono interessati tutti i soggetti che ogni anno devono dichiarare all’Istituto la sussistenza dei requisiti utili per continuare a ricevere il trattamento economico e nello specifico: gli invalidi civili titolari di indennità di accompagnamento devono dichiarare con il modello ICRIC l’eventuale stato di ricovero in una struttura pubblica con retta a carico della stessa; invalidi civili titolari di indennità di frequenza che con il modello ICRIC devono dichiarate eventuali periodi di ricovero presso struttura, con il modello ICLAV i titolari di assegno mensile in qualità di invalidi civili parziali devono dichiarare la sussistenza di attività lavorativa con l’importo percepito, il modello ACCAS/PS deve essere presentato da i titolari di pensione o assegno sociale che devono dichiarare la loro dimora in Italia o all’estero e, per i titolari di assegno sociale, anche eventualmente, lo stato di ricovero con retta a carico della struttura.

Entro il mese di gennaio viene inviato ai soggetti interessati, insieme all’Obis M, una lettera dell’INPS con la quale l’Istituto li invita a recarsi presso i caf o a trasmettergli direttamente in via telematica le informazioni richieste.

E’ necessario avere: la lettera dell’INPS che contiene la matricola, documento d’identità del dichiarante o/e del delegato, tessera del codice fiscale, delega se la presentazione da parte di un soggetto diverso dal dichiarante, certificato (rilasciato anche dal medico di base) con l’indicazione della disabilità e/o minorazioni e il suo carattere intellettivo o psichico. Certificazione dei redditi da lavoro dipendente e/o da lavoro socialmente utile, dichiarazione dei redditi dell’anno precedente (per rilevare i redditi di tipologia differente, autocertificazione attestante i periodi di ricovero, e fatture attestanti il pagamento delle rette relative, certificazioni attestanti la frequenza in centri terapeutici pubblici o privati (convenzionati, di scuole pubbliche o private a partire dall’asilo nido). Autocertificazione attestante la permanenza all’estero. 


Servizi alle Aziende

Offrire assistenza fiscale ai propri dipendenti è un segno positivo di presenza e collaborazione nei rapporti aziendali.
Fornire in proprio tale assistenza richiede l’impiego di risorse umane qualificate e di software adeguati, con costi notevoli.
La soluzione più economica e funzionale adottata da molte aziende è stipulare un accordo con 50&Piu'Caaf.

Grazie all’accordo l’azienda:
  • Non si deve occupare del controllo della regolarità formale delle dichiarazioni.
  • Non deve verificare gli oneri deducibili, le detrazioni e i crediti.
  • Non deve consegnare le dichiarazioni stampate in duplice copia, i prospetti di liquidazione dell’imposta e il calcolo delle rate d’acconto.
  • Può indirizzare i dipendenti con quesiti fiscali al servizio di consulenza telefonica del CAF.
  • Non ha la responsabilità della conservazione della documentazione.
  • Non deve trasmettere per via telematica le dichiarazioni agli uffici dell’amministrazione finanziaria.
  • Non ha alcuna responsabilità rispetto alla dichiarazione, limitandosi a ricevere comunicazione dal CAF delle somme da rimborsare o trattenere nel cedolino paga.
  • Può richiedere l’unificazione dei 730/4 provenienti da CAF diversi riducendone così notevolmente i tempi di gestione.
50&Piu'Caaf è utile ai lavoratori e indispensabile alle Aziende.

Con 50&Piu'Caaf è possibile delegare tutti questi impegni con una semplice telefonata al numero verde 800.929922
.
Entro il mese di gennaio viene inviato ai soggetti interessati, insieme all’Obis M, una lettera dell’INPS con la quale l’Istituto li invita a recarsi presso i caf o a trasmettergli direttamente in via telematica le informazioni richieste.

E’ necessario avere: la lettera dell’INPS che contiene la matricola, documento d’identità del dichiarante o/e del delegato, tessera del codice fiscale, delega se la presentazione da parte di un soggetto diverso dal dichiarante, certificato (rilasciato anche dal medico di base) con l’indicazione della disabilità e/o minorazioni e il suo carattere intellettivo o psichico. Certificazione dei redditi da lavoro dipendente e/o da lavoro socialmente utile, dichiarazione dei redditi dell’anno precedente (per rilevare i redditi di tipologia differente, autocertificazione attestante i periodi di ricovero, e fatture attestanti il pagamento delle rette relative, certificazioni attestanti la frequenza in centri terapeutici pubblici o privati (convenzionati, di scuole pubbliche o private a partire dall’asilo nido). Autocertificazione attestante la permanenza all’estero. 


50&Più Servizi

Collaboratori familiari: Colf e Badanti

Un contratto di lavoro gestito correttamente garantisce il pieno rispetto dei diritti sia del lavoratore che del datore di lavoro.
50&Più Servizi
è a tua completa disposizione per fornirti assistenza nell'amministrazione del rapporto di lavoro domestico a prezzi molto vantaggiosi.

I collaboratori familiari sono in gran parte stranieri, le cui mansioni vanno dalla semplice gestione della casa alla cura della persona.
In questo ultimo decennio si è visto un aumento degli “assistenti familiari” per lo più figure femminili denominate comunemente con il termine poco appropriato di “badanti”, che vengono occupate nell’assistenza di anziani e di persone non autosufficienti.
Una marea di 500mila o forse 700mila donne (le cifre in questo caso non sono ufficiali così come il fenomeno in gran parte sotterraneo, complesso quanto molto diffuso) che si è estesa in ogni luogo d’Italia, dal più piccolo paese alla più grande metropoli, ha fatto ingresso nelle nostre case e si prende cura di noi, delle nostre famiglie, dei nostri anziani.

Senza di loro oggi nel nostro Paese il sistema di assistenza sarebbe in seria crisi. Per questo la 50&Più dedica uno spazio alle famiglie per trovare informazioni , assistenza.


50&Più Servizi ti assiste nella regolarizzazione del rapporto di lavoro, nella stipula della lettera di assunzione a norma del Contratto Collettivo Nazionale Lavoro Domestico e nell'amministrazione del rapporto di lavoro:
  • prospetti paga mensili
  • calcolo della tredicesima
  • elaborazione della dichiarazione sostitutiva del modello CUD
  • generazione dei MAV INPS per il versamento dei contributi previdenziali
  • variazioni sul contratto
  • calcolo del TFR
  • assistenza al datore di lavoro nel beneficio di agevolazioni fiscali nella dichiarazione dei redditi.
Chi si avvale delle prestazioni degli addetti ai servizi domestici e all'assistenza personale o familiare può infatti dedurre dal reddito complessivo dichiarato ai fini dell'Irpef i contributi previdenziali obbligatori versati fino all'importo massimo di 1.549,37 euro oltre alla detrazione di una spesa massima di € 2.100,00 per personale addetto all’assistenza di persone non autosufficienti.
 

 
0

AREA RISERVATA SOCI
Un ventaglio di opportunità, servizi e convenienze.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.


Per ogni informazione contatta il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.